Cronaca Centro - Università / Piazza Italia

Spaccio in piazzale Italia, al via gli interrogatori di garanzia per i 17 coinvolti nel blitz 'Take away'

L'operazione ha permesso agli agenti della squadra mobile, coordinati dalla Procura dauna, di smantellare un radicato giro di spaccio di sostanze stupefacenti destinato a studenti e universitari, in pieno centro, a Foggia

Partiranno questa mattina gli interrogatori di garanzia per i 17 presunti spacciatori coinvolti nel recente blitz di polizia "Take Away", grazie al quale gli agenti della squadra mobile di Foggia, coordinati dalla Procura dauna, hanno smantellato un radicato giro di spaccio di sostanze stupefacenti (perlopiù hashish e marijuana) in piazzale Italia, a Foggia.

IMMAGINI VIDEO DELLO SPACCIO

A partire da questa mattina, infatti, sfileranno davanti al giudice i 13 giovanissimi foggiani (età media 20-22 anni) detenuti in carcere, mentre domani toccherà ai quattro sottoposti al regime degli arresti domiciliari. Secondo le risultanze investigative, gli indagati avevano di fatto "occupato" la centralissima piazza cittadina, dove smerciando droga soprattutto nelle ore diurne sfruttando il bacino di utenza della zona, costituito soprattutto da giovani studenti e universitari.

I NOMI E LE FOTO DEGLI ARRESTATI

Si tratta di soggetti giovanissimi, tutti con precedenti specifici e tutti disoccupati: ciascuno nella propria autonomia, convivevano pacificamente nella piazza ritagliandosi ognuno la propria area d’azione. Un grammo di hashish veniva venduto tra i 5 ed i 10 euro, mentre un grammo di marijuana oscillava tra i 3 ed i 5 euro. Tra gli acquirenti anche studenti minorenni: i riscontri e le attività tecniche hanno permesso di denunciare in stato di libertà o segnalare alla Prefettura come assuntori numerosi giovani della città.

'TAKE AWAY', PARLA IL CAPO DELLA MOBILE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio in piazzale Italia, al via gli interrogatori di garanzia per i 17 coinvolti nel blitz 'Take away'

FoggiaToday è in caricamento