rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Manfredonia

Interdittiva antimafia, le reazioni dal lido 'Bagni Bonobo': "Impossibile difenderti contro un Gigante potentissimo"

Su Facebook l'amministratore unico della Biessemme srl titolare del lido 'Bagni Bonobo' di Siponto a Manfredonia, commenta la conferma da parte della Prefettura di Foggia dell'interdittiva antimafia

Con un post su Facebook, Francesco Romito, amministratore unico della società Biessemme srl titolare con Antonio Conoscitore e Pasquale Capuano del lido Bagni Bonobo – ai quali il Comune di Manfredonia ha revocato le concessioni - commenta la decisione della Prefettura di Foggia, di confermare dopo due anni di controllo giudiziario, l’informazione di interdittiva antimafia (leggi qui), nonostante – si legge sui social – l’amministratore giudiziario, nella sua relazione finale, dichiarava che "per l'intera durata della misura del controllo giudiziario, la Biessemme srl, ha tenuto un comportamento collaborativo e costruttivo, fornendo tutte le informazioni, notizie e documenti richiesti ai fini del corretto espletamento dell'incarico. Non vi sono mai stati segnali e/o circostanze che abbiano potutto far presumere che la società abbia operato in un contesto diverso da quello legale".

Ciò nonostante, il 27 aprile, è arrivata la doccia fredda: “Purtroppo solo qualche giorno fa la Prefettura di Foggia ha inteso confermare nonostante ciò la misura interdittiva non solo con dubbi rispetto alla corretta procedura prevista dalla legge a tutela del diritto di difesa e del diritto al contraddittorio ma colpendo, a pochi giorni dall'avvio della stagione estiva, i titolari del lido unitamente ai dipendenti ed alle loro famiglie. Ad oggi ti rendi conto che è quasi impossibile difenderti contro un Gigante potentissimo che attraverso quella che dovrebbe essere una misura preventiva finisce per determinare una vera e propria sanzione".

Francesco Romito aggiunge: “Nel, sulla base di supposizioni sul "più probabile che non",  venimmo travolti da un’inderdittiva antimafia. Provammo a difenderci con tanta sofferenza e pazienza e riuscimmo ad ottenere il controllo giudiziario, grazie al quale riuscimmo ad aprire e svolgere la nostra attività dimostrando in due anni costantemente al professionista incaricato dal tribunale penale che la società Biessemme s.r.l. titolare del lido Bagni Bonobo, era estranea a qualsiasi contesto criminale”

L’amministratore unico conclude: “Infine, vogliamo ribadire che abbiamo sempre avuto fiducia nella magistratura e continueremo ad averla anche questa volta certi che il nostro operato è sempre stato improntato al rispetto delle norme motivo per il quale nei prossimi giorni ricorreremo contro questo nuovo atto della Prefettura informando, già dalla prossima settimana, la nostra clientela, che ci ha sempre mostrato fiducia in questi anni sui successivi sviluppi.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interdittiva antimafia, le reazioni dal lido 'Bagni Bonobo': "Impossibile difenderti contro un Gigante potentissimo"

FoggiaToday è in caricamento