Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

E' cominciato il lavoro della commissione straordinaria: in tre gestiranno le sorti di Foggia sciolta per mafia per i prossimi 18 mesi

La commissione straordinaria è composta dai tre commissari, il prefetto a riposo la dott.ssa Marilisa Magno, il viceprefetto nella persona della dott.ssa Rachele Grandolfo e il dirigente di II fascia Area I – il dott. Sebastiano Giangrande

Si è insediata formalmente ieri mattina alle 13 presso il Comune di Foggia la commissione straordinaria composta dai tre commissari, il prefetto a riposo la dott.ssa Marilisa Magno, il viceprefetto nella persona della dott.ssa Rachele Grandolfo e il dirigente di II fascia Area I – il dott. Sebastiano Giangrande ai quali con decreto del presidente della Repubblica del 6 agosto è stata affidata la gestione della città per i prossimi diciotto mesi dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose (leggi qui).

Il compito della commissione straordinaria

E' stato stabilito che le funzioni del sindaco di cui agli artt. 50 e 54 del D.Lgs. n.267/2000, comprese, quelle relative all’adozione dei provvedimenti contingibili ed urgenti, sono esercitabili indistintamente sia dalla Commissione Straordinaria quale organo collegiale, sia da ciascuno dei suoi componenti.

E ancora, che gli atti deliberativi rientranti nelle competenze del Consiglio Comunale necessitano di un quorum strutturale integrale dell’organo straordinario ovvero la presenza di tutti i componenti e quorum deliberativo maggioritario, cioè il voto favorevole di due componenti su tre.

Gli atti deliberativi rientranti nella competenza residuale generale della Giunta comunale necessitano di un quorum costitutivo pari a due componenti e del voto favorevole di entrambi i componenti presenti.

La rappresentanza nei consorzi e la presidenza delle commissioni comunali è assunta indifferentemente da un solo commissario. La rappresentanza legale e processuale dell’Ente, compreso il rilascio di procura alle liti, è esercitata indifferentemente da uno solo dei Commissari.

La relazione sullo scioglimento

La relazione sulla proposta di scioglimento del Comune di Foggia era stata firmata e inviata dal prefetto Carmine Esposito al ministro dell’Interno. Si è concentrata soprattutto sul "quadro inquietante" emerso dalle indagini sulle presunte mazzette al Comune di Foggia, sulle "frequentazioni o parentele con ambienti criminali" di amministratori e dipendenti, sulle "anomalie e irregolarità" nell'affidamento dei servizi pubblici e sugli alloggi popolari occupati da soggetti appartenenti alla criminalità organizzata la relazione del ministro dell'Interno al presidente della Repubblica che accompagnava la proposta di affidamento della gestione dell'ente ad una commissione straordinaria, in quanto dagli accertamenti erano risultati condizionamenti delle locali organizzazioni criminali. In tre pagine erano stati evidenziati gli elementi più significativi della relazione del prefetto di Foggia stilata sulla base delle risultanze dell´accesso ispettivo. Le conclusioni della Commissione di accesso sono racchiuse in un fascicolo di 235 pagine.

Il commento del Prefetto

A Foggiatoday nei giorni scorsi il numero uno di Corso Garibaldi si era espresso così: "Dopo questo periodo sono sicuro che il ritorno alle urne avverrà su presupposti di gran lunga più incoraggianti e consentirà sicuramente di portare a un'amministrazione che ripartirà dai binari giusti, secondo la logica della legalità, della trasparenza e adesione del contratto che lega ciascun cittadino alla propria città e alla propria amministrazione".

Lo scioglimento del Comune di Foggia "non è stata una decisione semplice ma il frutto di una sofferta elaborazione e la presa d'atto delle cose che sono emerse, elementi univoci, concordanti e concreti " ha precisato il numero uno di Corso Garibaldi.

Per il prefetto Carmine Esposito "un periodo di buona amministrazione per la città di Foggia porterà ad eliminare tutti quegli elementi che naturalmente hanno creato sofferenza e incertezze, a vantaggio dei foggiani che in questo periodo potranno godere di una amministrazione che sia particolarmente trasparente e aderente ai bisogni della collettività"


 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' cominciato il lavoro della commissione straordinaria: in tre gestiranno le sorti di Foggia sciolta per mafia per i prossimi 18 mesi

FoggiaToday è in caricamento