rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Cerignola

Macchie oleastre nel fiume Ofanto: scattano prelievi e campionamenti

L’Arpa, dopo le segnalazioni inviate dalle amministrazioni comunali di Cerignola e Lavello, è intervenuta al fine di effettuare campionamenti e prelievi delle acque

Prosegue l’attività di controllo delle acque del fiume Ofanto a seguito di anomalie riscontrate dai primi giorni di luglio. Il fenomeno di ingrossamento con macchie molto simili a bolle che, giunte in superficie, scoppiano rilasciando sostanze oleastre è sottoposto a continua attenzione da parte dell’assessorato all’Ambiente, della Polizia Municipale settore ambiente e del Disaster Manager della Protezione Civile. L’Arpa, dopo le segnalazioni inviate dalle amministrazioni comunali di Cerignola e Lavello, è intervenuta al fine di effettuare campionamenti e prelievi delle acque.

L’assessore Antonio Lionetti dichiara: “Ulteriori prelievi saranno effettuati anche nelle acque che scorrono lungo il territorio di pertinenza dei comuni di Canosa e Barletta. Stiamo mettendo in atto ogni azione a tutela dell’ambiente monitorando il fenomeno e concentrando la massima attenzione in tutta la fase di controllo e verifica. Attendiamo i risultati prodotti dall’Arpa e, non appena ottenuti, valuteremo i futuri interventi”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macchie oleastre nel fiume Ofanto: scattano prelievi e campionamenti

FoggiaToday è in caricamento