Cronaca

Svelato il mistero delle lettere dopo 21 anni. Il direttore dell’Inps di Foggia: “Ecco il motivo”

Oltre vent'anni per ottenere una risposta dall'Inps, ma in realtà si è trattato di un rinvio, dovuto “reingegnerizzazione delle procedure informatiche dedicate, di comunicazioni inviate già negli anni ’98 e 99.

L'Inps di Foggia in viale della Repubblica

Non ci sarebbe stato nessun ritardo da parte dell’Inps: le lettere di risposta alle richieste di riduzione contributiva per Calamità Naturale del 1997 altro non sarebbero, così come confermato a FoggiaToday dal direttore Antonio Balzano, che il frutto della “reingegnerizzazione delle procedure informatiche dedicate, che hanno prelevato e reiterato precedenti comunicazioni, peraltro già inviate agli interessati negli anni 1998/1999, dalle giacenze di procedure in dismissione ed in uso negli anni del passaggio delle attività e competenze dal disciolto SCAU all’Istituto (1997/1998)”.

Si tratterebbe di “un numero molto ristretto di casi”. Peraltro i contribuenti (c’è chi nel frattempo è deceduto), non avrebbero mai potuto ricordare una cosa simile. “Nel rammaricarmi dell’accaduto, limitato peraltro alla sola gestione delle richieste di agevolazione contributiva per ‘Calamità naturali’, devo tuttavia evidenziare in primo luogo come questo non abbia in alcun modo prodotto un danno all’interessato il quale aveva pertanto già ricevuto riscontro in precedenza; inoltre, credo possa essere considerato un piccolo incidente di percorso all’interno di un vasto programma di informatizzazione di vecchie procedure manuali, che consentirà alle sedi provinciali dell'Istituto una più efficiente  gestione delle posizioni assicurative e contributive e delle prestazioni pensionistiche ed assistenziali”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svelato il mistero delle lettere dopo 21 anni. Il direttore dell’Inps di Foggia: “Ecco il motivo”

FoggiaToday è in caricamento