Cronaca Mattinata

Ragazzo accoltellato a Mattinata, spunta una terza persona: "I fratelli Vaira non hanno agito da soli"

E' quanto sostiene, attraverso il legale Pierpaolo Fischetti, la famiglia del 26enne di Mattinata ferito con una coltellata alla schiena nei pressi di un bar, la notte tra il 3 e 4 ottobre scorsi, nella cittadina garganica

Marco e Michele Vaira, fratelli di 18 e 26 anni, di Mattinata, accusati del tentato omicidio di Riccardo Stuppiello, non avrebbero agito soli. E’ quanto sostiene la famiglia del 26enne di Mattinata ferito con una coltellata alla schiena nei pressi di un bar, la notte tra il 3 e 4 ottobre scorsi, nella cittadina garganica.

“Pur nella limitatezza dei riscontri probatori ancora in fase di formazione nelle indagini preliminari, e per nulla accessibili a noi difensori, con la diffusione dei filmati da parte degli investigatori, i familiari di Riccardo Stuppiello, da me assistito, pongono una semplice quanto clamorosa domanda: chi è la terza persona che si intravede assieme ai fratelli Vaira nelle riprese?”, chiede l’avvocato Pierpaolo Fischetti.

MATTINATA, DISTRAGGONO E ACCOLTELLANO 26ENNE: IL VIDEO

Analizzato il video, attraverso il legale difensore, la famiglia rileva la presenza costante di una terza persona prima “seguendo la vittima mentre viene accompagnata in disparte in un vicolo”, durante “partecipando all’aggressione del malcapitato” e dopo il fatto, “quando si sfila repentinamente dalla scena al sopraggiungere di una testimone”.

“Da tali filmati - continua l’avvocato Fischetti - parrebbe che i fratelli Vaira non siano gli unici sulla scena del crimine e soprattutto non siano soli nel concretare il loro sciagurato atto”. Tali interrogativi, puntualizza il legale, sono stati sottoposti agli inquirenti che potrebbero riaprire o ampliare le indagini. A carico della terza persona potrebbe figurarsi il concorso nel tentato omicidio.

“Siamo fiduciosi che appena rimessosi, Riccardo potrà fornire informazioni più pregnanti sull’accaduto, con piena cognizione e puntuale riferimento”. Dopo l’aggressione, il ragazzo è ricoverato all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, ma non è in pericolo di vita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo accoltellato a Mattinata, spunta una terza persona: "I fratelli Vaira non hanno agito da soli"

FoggiaToday è in caricamento