rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Giuseppe Venuti resta in carcere: rigettata la richiesta di arresti domiciliari

L'avvocato Antonio Luprano stamattina presenterà l'istanza di scarcerazione. L'omicida non potrà incontrare i parenti. Nel corso dell'interrogatorio durato due ore, il ragazzo ha fornito la sua versione dei fatti

Giuseppe Venuti, il vigilantes che il 15 aprile ha ucciso a colpi di pistola il padre Simone, dovrà restare in carcere. Il ragazzo era stato arrestato il giorno stesso. La decisione è stata presa dal gip del Tribunale di Foggia al termine dell’interrogatorio dell’indagato durato due ore e nel corso del quale l’indagato ha fornito la sua versione dei fatti.

Gli atti sono secretati in considerazione del fatto che le indagini sono ancora in corso. Al ragazzo è stato imposto il divieto di incontrare i parenti. Rigettata la richiesta di arresti domiciliari, nel corso della giornata l’avvocato Antonio Luprano, presenterà istanza di scarcerazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppe Venuti resta in carcere: rigettata la richiesta di arresti domiciliari

FoggiaToday è in caricamento