rotate-mobile
Cronaca Vieste

Omicidio a Vieste, Giampiero Vescera ucciso con quattro colpi di arma da fuoco

Secondo una prima ricostruzione, Vescera è stato sorpreso dai killer mentre era a bordo del suo scooter (recuperato a circa 300 metri dal cavadere); i sicari lo hanno ferito all'altezza della spalla, della scapola e della nuca

Almeno quattro i colpi di arma da fuoco - ancora da accertare se pistola o fucile – che hanno ucciso il 27enne Giampiero Vescera, a Vieste. L’omicidio potrebbe essere avvenuto nella tarda serata di ieri, ma il corpo dell’uomo, ormai privo di vita, è stato scoperto solo questa mattina.

Il corpo del 27enne - cognato di Marco Raduano, quest’ultimo personaggio di prim’ordine della criminalità locale e ritenuto dagli inquirenti il ‘luogotenente’ dello storico boss di Vieste Angelo Notarangelo -, infatti, è stato scoperto intorno alle 7,30 di oggi, in un uliveto nei pressi dell'area di servizio 'Repsol', lungo la strada che collega Vieste a Vico del Gargano.

LEGGI ANCHE: OMICIDIO A VIESTE, UCCISO GIAMPIERO VESCERA

A fare la macabra scoperta, un operaio che si era recato sul posto per dei lavori nel fondo agricolo. Secondo una prima ricostruzione, Vescera è stato sorpreso dai killer mentre era a bordo del suo scooter (recuperato a circa 300 metri dal cadavere); i sicari lo hanno ferito all’altezza della spalla, della scapola e della nuca, uccidendolo. Sul posto, i militari del Reparto Operativo e i colleghi della tenenza di Vieste per le indagini del caso. Vescera lascia una giovanissima compagna e una bambina di pochi mesi.

Vieste, omicidio Giampiero Vescera | Foto R. D'Agostino

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Vieste, Giampiero Vescera ucciso con quattro colpi di arma da fuoco

FoggiaToday è in caricamento