rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Villaggio Artigiani / Via delle Casermette

Scrocco ucciso mentre parcheggiava l'auto: notte di stub e perquisizioni

Nel corso della notte, gli agenti della squadra mobile hanno eseguito oltre una dozzina di accertamenti tecnici, tra stub e perquisizioni. Le indagini sono coordinate dalla pm Rosa Pensa

Indagini serrate sull’omicidio di Alessandro Scrocco, il 32enne foggiano assassinato ieri sera dinanzi al carcere di Foggia. Nel corso della notte, gli agenti della squadra mobile hanno eseguito oltre una dozzina di accertamenti tecnici, tra stub (esame che rivela la presenza di polvere da sparo su pelle e indumenti) e perquisizioni, tutte a carico di pregiudicati locali.

VIDEO | Le immagini sul luogo dell'omicidio 

Scrocco, è emerso, è stato assassinato all’interno della sua auto, dinanzi al carcere di Foggia, dove stava rientrando in quanto sottoposto al regime di semi-libertà. Secondo una prima ricostruzione, l’assassino avrebbe atteso il rientro di Scrocco in carcere, sorprendendolo con almeno tre colpi di arma da fuoco - un fucile o forse una mitraglietta - alle spalle. Un’azione fulminea e quasi certamente programmata: l’uomo, infatti, stava rientrando, come tutti i giorni, al solito orario, nel penitenziario foggiano. A quel punto il killer sarebbe sbucato dalle auto in sosta, avrebbe aperto il fuoco e sarebbe poi fuggito a bordo di un’auto scura, guidata da un complice.

Le indagini sono affidate agli agenti della squadra mobile di Foggia e sono coordinate dalla pm Rosa Pensa. Al vaglio degli investigatori le numerose telecamere di videosorveglianza presenti nell'area dell'istituto di via delle Casermette. Scrocco stava scontando una condanna a 16 anni e due mesi per l’omicidio di Giuseppe Speranza, 19enne ammazzato, nel 2010 nei pressi della chiesa del Sacro Cuore, al Rione Candelaro (qui i dettagli). Non risulterebbero collegamenti nè contatti con la criminalità organizzata locale.

LA SCHEDA | Chi era Alessandro Scrocco

Si tratta del secondo omicidio dell'anno in città. Il 25 marzo, in via Silvio Pellico, era stato assassinato Roberto Russo (leggi i dettagli). Qualche mese prima, il 28 dicembre, sull'uscio di casa era stato crivellato di colpi e ucciso il 32enne Pietro Russo (continua a leggere).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scrocco ucciso mentre parcheggiava l'auto: notte di stub e perquisizioni

FoggiaToday è in caricamento