Cerignola, morte Racanati: il suicidio resta l’ipotesi più accreditata

Il sorvegliato speciale di polizia è stato trovato morto nel suo appartamento il giorno di Pasqua. Il collo presenta delle leggere ferite da taglio. Già in passato l'uomo avrebbe tentato di togliersi la vita

Soltanto l’autopsia che si terrà nei prossimi giorni potrà chiarire le cause del decesso di Tommaso Racanati, il 35enne sorvegliato speciale di polizia trovato morto il giorno di Pasqua all’interno della sua abitazione a Cerignola.

Il collo della vittima, stando a quanto riferiscono gli investigatori del commissariato di Polizia presenterebbe delle piccole lesioni provocate da arma da taglio. L’unico nodo da sciogliere è se si sia trattato di omicidio o suicidio. L’ipotesi più accreditata è la seconda, in virtù del fatto che l’uomo già in passato avrebbe tentato di togliersi la vita. Una tesi avvalorata dal fatto che dall’appartamento non è stato portato via niente.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento