Cronaca

Furbetti del vaccino in Puglia: "Non abbiamo una percentuale certa". Il coordinatore del Nirs: "In corso indagini approfondite"

Antonio La Scala: "In corso un'ispezione amministrativa avente ad oggetto l'analisi degli elenchi dei vaccinati fino al 15 febbraio e l'analisi di ulteriori banche dati per riscontrare eventuali criticità nella somministrazione dei vaccini anti-Covid"

Immagine di repertorio

"Allo stato attuale, non è possibile fornire  alcun dato e/o percentuale di presunti 'furbetti' del vaccino". Lo precisa, in una nota stampa, l’avvocato Antonio La Scala, coordinatore del Nucleo ispettivo sanitario regionale (Nirs), in riferimento alle presunte irregolarità nella campagna vaccinale anti-Covid.

“Il Nirs, che ho l'onore di coordinare da oltre 2 mesi su incarico diretto del Presidente Emiliano, che ci ha chiesto massima priorità nella esecuzione delle indagini, sta svolgendo un'ispezione amministrativa avente ad oggetto l'analisi degli elenchi dei vaccinati fino al 15 febbraio e l'analisi di ulteriori banche dati al fine di riscontrare eventuali criticità nella organizzazione, gestione ed esecuzione della somministrazione dei vaccini", spiega. "Mai, quindi,  avrei potuto affermare, quindi, chee uno su 5 in Puglia sarebbe un furbetto del vaccino", precisa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furbetti del vaccino in Puglia: "Non abbiamo una percentuale certa". Il coordinatore del Nirs: "In corso indagini approfondite"

FoggiaToday è in caricamento