Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca San Marco in Lamis

Cani avvelenati a San Marco, Feder F.I.D.A.: “Visionare telecamere per dare un volto ai responsabili"

Loredana Pronio, presidente di Feder F.I.D.A., raccomanda: “Indagini siano fatte con la stessa attenzione e procedura che si richiederebbe nel caso, la vittima, fosse un umano”

Sul caso della mattanza dei cani morti avvelenati a San Marco in Lamis, si è espressa anche Loredana Pronio, presidente di Feder F.I.D.A. onlus, che a FoggiaToday anticipa la preparazione di una lettera da indirizzare al Ministro degli Interni affinché, anche nel caso di uccisione, maltrattamento o abbandono di animale, si indaghi con le stesse modalità e, soprattutto, utilizzando i video delle telecamere al fine di poter dare un volto ai responsabili di atti puniti ai sensi di legge dal nostro codice penale.

FOTO, VIDEO E AGGIORNAMENTI: TUTTO SULLA MATTANZA

Ho parlato con il sindaco di San Marco in Lamis, l'on. Angelo Cera, il quale mi ha confermato di aver sporto denuncia presso la caserma dei Carabinieri e richiesto che vengano visionate le telecamere affinché, attraverso le immagini, si possa risalire all'eventuale responsabile di un simile gesto. Ritengo sia sempre opportuno che un sindaco, sentendosi parte lesa nell'uccisione di animali nel suo territorio, denunci l'accaduto alle Forze dell'Ordine e si accerti che le indagini siano fatte con la stessa attenzione e procedura che si richiederebbe nel caso, la vittima, fosse un umano” ha aggiunto e concluso Pronio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani avvelenati a San Marco, Feder F.I.D.A.: “Visionare telecamere per dare un volto ai responsabili"

FoggiaToday è in caricamento