rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Tramite WhatsApp svelavano tracce dei compiti agli studenti: tra gli indagati anche il figlio di Landella

Due insegnanti che non sono in alcun modo riconducibili all'Università di Foggia, avrebbero aiutato a svolgere i compiti degli esami svelando le tracce tramite un gruppo whatsapp al cui interno figura anche il figlio di Franco Landella

Anche il figlio del sindaco di Foggia è stato raggiunto insieme ad altri studenti da un avviso di conclusione delle indagini avviate nel 2015 dalla Guardia di Finanza di Bari, in merito a dei presunti aiuti ricevuti per le tracce di due esami veicolati attraverso un gruppo WhatsApp.

Aggiornamenti sull'operazione 100 e frode

Due insegnanti - che non sono in alcun modo riconducibili all'Università di Foggia (che valuterà se adottare ulteriori misure in sua tutela) avrebbero aiutato i ragazzi, in tutto una quindicina, a svolgere i compiti degli esami: “Bisognerà vedere e capire, fin quando non leggiamo è un po’ difficile” afferma a FoggiaToday il legale di Landella, l’avv. Michele Curtotti, che attende appunto le copie del fascicolo per preparare la difesa.

E’ altamente probabile che il reato di cui i ragazzi sono accusati è quello disciplinato dalla legge n. 475 del 19 aprile del 1925 “Repressione della falsa attribuzione di lavori altrui da parte di aspiranti al conferimento di lauree, diplomi, uffici, titoli e dignità pubbliche”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tramite WhatsApp svelavano tracce dei compiti agli studenti: tra gli indagati anche il figlio di Landella

FoggiaToday è in caricamento