Cronaca

Sosta tariffata, le segreterie aziendali: “Confermati i sospetti di qualcosa di poco chiaro”

Segreterie aziendali della Filt-Cgil, Uiltrasporti, Ugl, Faisa Cisale e Conf.a.i.l. plaude alla Magistratura circa l’accertamento dei lati oscuri del bando di gara che si è aggiudicato l’Apcoa

Le indagini avviate dalla Procura della Repubblica sulla gara della sosta tariffata vinta da Apcoa, confermano i sospetti segnalati dalle segreterie aziendali della Filt-Cgil, Uiltrasporti, Ugl, Faisa Cisale e Conf.a.i.l., di “qualcosa di poco chiaro”. “Ben venga l’indagine della Magistratura per accertare i lati oscuri, dal bando vero e proprio, all’attribuzione all’Apcoa del servizio da parte di Ataf, delle 70 unità trasferite a fronte delle 92 indicate.

Aggiungono le organizzazioni territoriali: “Sicuramente si farà anche chiarezza sugli obblighi contrattuali della società tedesca, tant’è che da tempo abbiamo chiesto spiegazioni al direttore generale del perché personale Ataf giornalmente si recava presso il parcheggio Zuretti per effettuare le pulizie, funzioni che da contratto avrebbe dovuto svolgere l’Apcoa”.

Aggiungono Filt-Cgil, Uiltrasporti, Ugl, Faisa Cisale e Conf.a.i.l: “La ditta assegnataria del servizio dovrebbe assicurare la manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale della sosta a pagamento, aspetto disatteso  in quanto in buona parte della città le linee che delimitano gli stalli sono completamente sparite”.

E concludono: “Pertanto, alla luce di quanto esposto, la proposta che da subito il sindacato aveva fatto all’azienda e alla proprietà,  era del tutto giustificata, cioè trasferire all’Apcoa tutte le unità oggetto di gara”:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta tariffata, le segreterie aziendali: “Confermati i sospetti di qualcosa di poco chiaro”

FoggiaToday è in caricamento