rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

La strage infinita alle spalle del Santuario: "Fate presto, troppe sangue all'incrocio della morte"

Pino Lonigro (Socialismo Dauno): "Quell’incrocio va urgentemente messo in sicurezza, con la realizzazione di una rotonda e comunque attraverso una più massiccia presenza delle forze dell’ordine"

È un vero incrocio della morte quello alle spalle del Santuario dell’Incoronata, segnato da un gran numero di incidenti mortali, dove sono ben visibili fiori e lapidi ricordo. Pino Lonigro alza la guardia sul “fatale” crocevia della strada comunale, dove si intersecano le strade Foggia, Ordona e Ascoli Satriano.

“Mi aspettavo che in coincidenza con la giornata Mondiale della memoria delle vittime della strada, il 18 novembre – dichiara Pino Lonigro, esponente di spicco di Socialismo Dauno - il Comune di Foggia riuscisse ad allestire anche provvisoriamente una rotonda al centro dell’incrocio, per indurre le vetture ad una condotta necessariamente prudente e riuscire così a porre fine alla interminabile lista di morti che quel nodo stradale ha determinato, fino a diventare negli anni ‘l’incrocio della morte’, come lo chiama la gente”.

Nessun new jersey, nemmeno di plastica o un banale ostacolo che induca a rallentare e verificare il sopraggiungere di altri veicoli. “Purtroppo, si continua nell’indifferenza e non si fa nulla per evitare alle continue stragi, che giorno per giorno allungano l’elenco dei morti”, continua Lonigro. “La politica ha il diritto-dovere di assumersi delle responsabilità e mettere in atto rimedi che servono a salvare la vita dei cittadini“.

Quell’incrocio, per Lonigro, “va urgentemente messo in sicurezza, con la realizzazione di una rotonda e comunque attraverso una più massiccia presenza delle forze dell’ordine. Questo affinché la giornata della memoria, appena trascorsa, non sia soltanto il doveroso ricordo di chi purtroppo ha perso la vita sulle nostre strade, ma divenga al tempo stesso un’occasione per soffermarsi a riflettere sul problema quotidiano che ha tanto impatto sociale come quello degli incidenti stradali. Basta morire così, troppi sono i morti, agiamo per favore!!!”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strage infinita alle spalle del Santuario: "Fate presto, troppe sangue all'incrocio della morte"

FoggiaToday è in caricamento