menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo l’atto intimidatorio Potenza incontra il Prefetto: “Non abbiamo paura”

Il sindaco, accompagnato dalle assessore Torelli, Soccio e Antonacci e dal Comandante dei Vigili Urbani Tricarico ha incontrato il Prefetto per discutere di sicurezza in città e dell’atto intimidatorio subito alcuni giorni fa

“Continuiamo ad andare avanti per il bene di Apricena”, è la dichiarazione del sindaco di Apricena Antonio Potenza, che ieri mattina, accompagnato dalle assessore Anna Maria Torelli , Agata-ada Soccio e Carla Antonacci e dal Comandante dei Vigili Urbani Cap. Mario Tricarico, è stato in Prefettura. Due i punti sui quali si è discusso: la sicurezza urbana in città e l’atto intimidatorio subito dal primo cittadino.

“È stato un momento di discussione molto proficuo, in cui la nostra Amministrazione Comunale, nel ribadire e confermare quanto sia preziosa la collaborazione già presente tra le Istituzioni nella nostra città, ha rappresentato la necessità che anche nel nostro territorio sia potenziata la presenza di uomini e mezzi, per far sentire più sicura la nostra gente”, ha dichiarato Potenza.

“I rappresentanti Istituzionali hanno, con numeri alla mano, mostrato che i controlli e le attività da parte delle Forze dell’Ordine sono aumentati negli ultimi mesi e di conseguenza sono diminuiti gli episodi delinquenziali. Abbiamo avuto rassicurazioni che comunque l’attenzione è molto alta e ci hanno consigliato di continuare, insieme ai nostri cittadini, nell’attività di sensibilizzazione al senso civico e alla legalità, cui stiamo lavorando insieme con tutti voi già da tempo”.

La presenza delle forze dell’ordine e il rafforzamento delle misure di sicurezza sono stati garantiti anche in considerazione dell’atto intimidatorio: “Sono stati giorni difficili per me e per la mia famiglia, desidero rivolgere un caloroso ringraziamento e un affettuoso abbraccio a tutti quelli che in questi giorni e che tutt’ora mi stanno chiamando, mi hanno rivolto un messaggio di solidarietà, colleghi sindaci, istituzioni, partiti politici, anche di opposizione e tanti ma tanti cittadini che non mi hanno fatto sentire solo. 
Non abbiamo paura, siamo in tanti, siamo figli della legalità e andiamo avanti più forti di prima”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento