menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Troppi morti sulla Statale 16: ecco le proposte per ridurre il rischio di incidenti stradali

Quattro proposte per fermare la mattanza sulla Statale 16, tra cui l’autostrada gratuita nel tratto compreso tra Foggia e San Severo

Il comitato ‘Strade Sicure San Severo-Foggia’, rappresentato dal consigliere comunale di San Severo, Francesco Stefanetti, non molla la presa e richiede un tavolo tecnico in Regione per discutere della grave problematica: “In passato ci sono stati altri incontri e altre riunioni (Prefettura) che purtroppo non hanno portato a nulla di concreto. Le soluzioni che abbiamo avanzato non sono state prese in considerazione come auspicavamo benché fossero supportate da analisi tecniche. Nonostante tutto non ci perdiamo d’animo e siamo qui pronti a ribadirle.”

Aggiunge il consigliere comunale: “Dai nostri studi emerge che per aumentare la sicurezza dei cittadini che percorrono la Statale 16 è necessario ridurre i flussi (veicoli in transito), il numero di sorpassi e le velocità di percorrenza. Per farlo abbiamo individuato quattro soluzioni”.

Autostrada gratuita nel tratto San Severo-Foggia, per tutti i veicoli che effettuano ingresso ed uscita nei caselli citati. Interdizione al traffico nel periodo estivo (15 luglio-15 settembre) per le categorie veicolari cui non è consentito l’accesso alle autostrade. Installazione di due autovelox su ognuno dei sensi di marcia. Incentivazione dei mezzi pubblici attraverso un rimborso comunale sulle spese sostenute dai pendolari per acquistare gli abbonamenti.

Secondo le stime del comitato si riuscirebbe a dirottare in autostrada il 20% del traffico che oggi insiste sulla S.S.16 (punto 1), si riuscirebbe ad evitare la presenza di veicoli lenti-lentissimi che ostacolano il traffico ed aumentano notevolmente il numero di sorpassi ed il rischio ad essi connesso (punto 2). Gli autovelox rappresentano la migliore soluzione per ridurre le velocità di percorrenza spesso sopra i limiti ed infine grazie al sistema di incentivazione si dirotterebbe il 10% del traffico dal mezzo privato al mezzo pubblico. Speriamo che Regione, Prefettura, Comune di San Severo, Comune di Foggia, (soggetti deputati a recepire le nostre proposte) abbiano la volontà reale di cambiare le cose e di garantire ai cittadini livelli di sicurezza e di servizio consoni alla tassazione applicata e non tipici del terzo mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento