Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Accendono botti, perdono l’uso della mano: è il bilancio della notte di Capodanno

A Foggia sono stati incendiati numerosi cassonetti dell'immondizia. Decine e decine le persone che hanno fatto ricorso alle cure del 118 per cadute, incidenti stradali o per lo scoppio dei petardi

Auto bloccate al ritorno da cenoni   e veglioni in località Giardinetto a Orsara di Puglia, incidenti stradali fortunatamente senza vittime o gravi conseguenze, cassonetti dell’immondizia dati alle fiamme e due uomini - di Vieste e Torremaggiore - che hanno perso l’uso della mano mentre stavano accendendo i botti di Capodanno.

E’ questo il bilancio dei festeggiamenti   per l’arrivo del 2015 in provincia di Foggia. Nel capoluogo – ma anche nei nosocomi o postazioni del 118 di Capitanata - sono decine e persone che hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso, per lievi ferite causate dallo scoppio dei petardi, scivoloni sull’asfalto ghiacciato o incidenti stradali.

Quattro in tutto le persone rimaste ferite nel maneggiare artifici pirici, altri tre rispettivamente a Manfredonia, Lucera e San Severo. A Torremaggiore un uomo di 60 anni ha raccolto un petardo inesploso, che gli ha causato ferite al volto e ustioni su alcune parti del corpo. E’ ricoverato in ospedale il 35enne di Vieste che ha riportato gravi lesioni alla mano destra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accendono botti, perdono l’uso della mano: è il bilancio della notte di Capodanno

FoggiaToday è in caricamento