rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Scontri Foggia-Barletta, Istituzioni contro i tifosi violenti: “Teppisti e delinquenti”

Il sindaco Landella: “Isolate queste frange violente”. L’on. Mongiello: “Lasciare delinquenti e imbecilli da soli con il loro pallone sgonfio”. Scalfarotto: “Gesta imbecilli di questi quattro delinquenti da strapazzo”

Il giorno dopo gli scontri tra i tifosi del Foggia e la polizia - da Landella all’on. Colomba Mongiello - le istituzioni si schierano dalla parte delle forze dell’ordine e non risparmiano dure considerazioni contro i sostenitori rossoneri che al termine del derby pugliese vinto dal Barletta, fuori dallo stadio hanno messo a ferro e fuoco le strade di Foggia, sfidando i poliziotti in tenuta antisommossa.

Franco Landella: “Ancora una volta, purtroppo, una gara di calcio si è trasformata nell’occasione per azioni di violenza gratuita e di teppismo. La passione calcistica ed il tifo dei foggiani sono ben altra cosa rispetto alla guerriglia urbana messa in campo da uno sparuto gruppo di facinorosi, alcuni dei quali sono già stati assicurati alla giustizia. Un teppismo che ha tenuto sotto scacco un intero quartiere della città per diverse ore. Voglio esprimere un ringraziamento sincero agli agenti che con senso del dovere sono stati impegnati nel contrastare questa degenerazione, mettendo a repentaglio la propria incolumità personale. La lunga e prestigiosa tradizione calcistica e di tifo di Foggia non merita di essere macchiata da questi inqualificabili comportamenti. Al tifo organizzato il primo cittadino chiede di isolare queste frange violente”.

IL VIDEO DEGLI INCIDENTI

Colomba Mongiello: “I tifosi veri sono quelli che vanno allo stadio per divertirsi, sgolarsi, imprecare. Poche decine, invece, i delinquenti che hanno premeditato l’attacco a poliziotti e carabinieri armandosi di mattoni, pietre, mazze e tutto il solito armamentario da guerriglia di strada. Le Forze dell’Ordine e le città teatro degli scontri sopportano costi eccessivi per garantire la sicurezza di eventi che bisognerebbe iniziare a disertare, per lasciare delinquenti e imbecilli da soli con il loro pallone sgonfio.

Ivan Scalfarotto: “Le forze dell’ordine sono state aggredite a freddo e con modalità studiate a tavolino, il che fa capire come la passione sportiva – anche distorta - non abbia alcun rapporto con l’accaduto. Va sottolineata positivamente la pronta ed efficace risposta delle forze dell’ordine, che hanno già provveduto ad effettuare diversi arresti e deferimenti. Né Foggia, né la sua tradizione sportiva meritano le gesta imbecilli di questi quattro delinquenti da strapazzo”.

Foggia-Barletta, scontri allo stadio: le foto di R. D'Agostino

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri Foggia-Barletta, Istituzioni contro i tifosi violenti: “Teppisti e delinquenti”

FoggiaToday è in caricamento