Incidente in mare, si rompe albero maestro di un trimarano nelle acque di Vieste: tratti in salvo i due occupanti

Le operazioni sono avvenute sotto il vigile occhio degli uomini a bordo dalla motovedetta SAR dipendente, CP820. Le due persone che erano sul trimarano, fortunatamente, non hanno subito nessun trauma

Il trimarano in mare

Navigare con qualsiasi mezzo nautico è un piacere da vivere, un’esperienza unica, che va comunque affrontata con le accortezze necessarie affinché il tempo passato in mare non sia ricordato negativamente. Può capitare che il mezzo nautico che ci ospita abbia un problema come è successo ad un trimarano in navigazione nelle acque prossime all’imboccatura del porto di Vieste. 

L’imbarcazione in questione ha riportato la rottura dell’albero maestro che abbattutosi a mare, a vela spiegata, non permetteva più la normale navigabilità al mezzo. Erano circa le 12:45 quando giungeva alla Sala Operativa di questo Ufficio Circondariale Marittimo la richiesta ad intervenire per aiutare i due malcapitati a bordo del trimarano dalla Capitaneria di Porto di Manfredonia. 

Seppur l’imbarcazione ha subito una rottura importante, la buona sorte ha voluto accadesse nei pressi del nostro porto riducendo i tempi di intervento a pochissimi minuti da parte degli uomini e dei mezzi di questo Ufficio. Per consentire l’accesso in porto al mezzo nautico incidentato, considerata la condizione cui versava e dopo aver avuto consenso dal titolare dell’imbarcazione, questo Ufficio ha contattato il proprietario di un mezzo nautico privato affinché lo rimorchiasse in porto.

Le operazioni sono avvenute sotto il vigile occhio degli uomini a bordo dalla motovedetta SAR dipendente, CP820. Le due persone che erano sul trimarano, fortunatamente, non hanno subito nessun trauma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si coglie l’occasione per ricordare che la partecipazione attiva dei cittadini (anche tramite il numero 1530) alle varie vicissitudini legate al mare risulta essere un ottimo contributo a preservare la vita umana in mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento