Incidenti stradali via Natale D'Agostino

Incidente stradale via D’Agostino: morto 59enne. Avv. Curtotti: “Mio assistito si è fermato”

Antonio Loprieno, vittima dell'incidente di via Natale D'Agostino a Foggia, è morto nella notte. Stefano Straniero, conducente dell'auto, si è fermato a prestare i soccorsi, ma è risultato positivo al drug test

Antonio Loprieno non ce l’ha fatta. L'uomo è morto presso gli Ospedali Riuniti di Foggia in seguito alle ferite riportate nell’incidente stradale avvenuto ieri sera a Foggia, in via Natale D’Agostino. I medici hanno tentato in tutti i modi di salvarlo, ma purtroppo l’uomo è deceduto dopo un delicato intervento chirurgico all’arto inferiore sinistro.

La dinamica dell’incidente che ha coinvolto una Fiat Cinquecento bianca modello anni Novanta e una Honda sulla quale viaggiava la vittima, è ancora tutta da chiarire. Tra le ipotesi, anche quella di un sorpasso azzardato della moto compiuto a velocità sostenuta. Il mezzo a due ruote si sarebbe schiantato sul lato sinistro del parafango dell’autovettura, che viaggiava regolarmente nella sua carreggiata.

Sul caso, però, proseguono le indagini della Polizia Municipale, intervenuta sul posto pochi minuti dopo l’accaduto e tornata questa mattina sul luogo del tragico sinistro per ulteriori rilievi.

In un primo momento si era pensato che il conducente alla guida dell’auto non si fosse fermato a prestare i soccorsi, ma l’avvocato Michele Curtotti ha dichiarato che il suo assistito, Stefano Straniero di anni 38, ha atteso l'arrivo dell'ambulanza e si è allontanato soltanto in un secondo momento per informare l’anziana madre dell’accaduto, per poi farvi di nuovo ritorno insieme a lui. “Tant’è che – afferma Curtotti – l’uomo è stato anche medicato e si è sottoposto a tutti gli accertamenti”.

A Foggia Today l’avvocato ha confermato la notizia secondo la quale Straniero è stato trovato positivo al drug test: “E' vero, ma il mio assistito ha affermato di non aver assunto nulla in giornata”. L’assunzione di sostanze stupefacenti potrebbe pertanto risalire ad alcuni giorni o settimane prima. Negativo invece l’esito del test dell’alcol. L’avv. Michele Curtotti ha poi concluso: “Considerata la dinamica dell'incidente, pensiamo che la causa non sia da attribuire a lui”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente stradale via D’Agostino: morto 59enne. Avv. Curtotti: “Mio assistito si è fermato”

FoggiaToday è in caricamento