Incidenti stradali

La Statale 16 continua a macchiarsi di sangue, 130 milioni stanziati ma lavori fermi al palo: "Mai più morti!"

La petizione lanciata dall'organo d'informazione 'La Gazzetta di San Severo' contro le morti sulla Statale 16 nel tratto San Severo-Foggia e per sollecitare l'avvio dei lavori rispetto allo stanziamento da parte del Mit di 130 milioni di euro

Ha superato abbondantemente le 1000 firme ed è vicina all'obiettivo fissato di 1500 adesioni, la petizione lanciata dal quotidiano 'La Gazzetta di San Severo' per mettere fine alle stragi della Statale 16.

L'iniziativa - che sta riscuotendo centinaia di consensi - è stata lanciata dall'organo di informazione all'indomani dell'incidente stradale nel quale ha perso la vita il 44enne Matteo Fregola: "Sentiamo il dovere di  mettere in campo tutte le energie disponibili per avviare una vera battaglia sociale. Nelle ultime ore numerosi cittadini ci hanno fatto arrivare il loro grido di dolore, all'unisono, tutti indistintamente gridano 'Mai più morti'. Da questo grido di dolore la nostra testata giornalistica web e cartacea ha inteso dare il nome al neo comitato cittadino 'Mai più morti sulla Statale 16'. Abbiamo avviato una grande petizione popolare, attraverso la raccolta firme web e cartacea, con l'obiettivo di consegnare almeno 30mila firme nelle mani del prefetto di Foggia, dei dirigenti Anas, del ministro delle Infrastrutture e del presidente del Consiglio dei Ministri. Per la petizione facciamo appello a tutti i cittadini, alle associazioni, alle parrocchie, alle fattive realtà del volontariato di casa nostra, all'amministrazione comunale e a tutti coloro i quali intendono schierarsi al fianco della nostra Gazzetta, con il solo scopo di far iniziare subito i lavori data la disponibilità immediata di un finanziamento già stanziato dal Mit di 130 milioni che aspettano solo di essere spesi per salvare la vita di tanta altra gente. Questa battaglia sociale non ha colori e bandiere di partito, ha l'unico obiettivo di non vedere mai più la Statale 16 impregnata di sangue dei nostri cari" 

Oltre all'avvio dei lavori, con la petizione verrà chiesto il pedaggio gratuito nel tratto autostradale della A14 San Severo-Foggia in entrambe le direzioni. La riduzione della velocità mediante l'installazione di autovelox e dissuasori. Ingressi delle strade, tratturi, aziende, stazioni di servizio e incroci meglio segnalati e illuminati; la hiusura al traffico pesante del tratto della Statale 16 San Severo–Foggia con deviazione obbligatoria per tir ed autotreni sulla attigua 'autostrada A/14', il servizio anti prostituzione sull'intero tratto stradale tra Foggia e San Severo ed anche sulla San Severo-Termoli; la riduzione costi dei biglietti di treni e bus per gli over 18 ed ogni altra azione urgente possibile per arrestare le morti".

Nei giorni scorsi il sindaco della città dell'Alto Tavoliere Francesco Miglio aveva invitato tutti a prepararsi per una mobilitazione per bloccare la Statale 16 qualora non avesse ricevuto risposte esaustive circa la richiesta di cantierizzazione dei lavori di messa in sicurezza.
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Statale 16 continua a macchiarsi di sangue, 130 milioni stanziati ma lavori fermi al palo: "Mai più morti!"

FoggiaToday è in caricamento