menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre vite spezzate su una strada maledetta, Manfredonia piange i suoi angeli

Mario Alessio Brigida, Salvatore Cinque ed Ezio Fiore sono morti in un incidente stradale sulla Sp141 all'altezza dello Scalo dei Saraceni

Tre angeli, tre giovanissime vite spezzate nel cuore della notte su una strada maledetta, la provinciale 141 che collega Manfredonia, città delle vittime, e la vicina Zapponeta. Mario Alessio Brigida, Salvatore Cinque ed Ezio Fiore sono volati al cielo così, senza preavviso e lasciando un vuoto incolmabile nei cuori di familiari, amici e conoscenti.

Alle prime luci dell’alba la notizia dell’incidente stradale ha scosso una città attonita, da alcuni mesi duramente messa alla prova da altro genere di tragedie, ma che nel recente passato ha già pianto altre giovanissime vittime della strada.

LUTTO CITTADINO E FUNERALI A MANFREDONIA

L’asfalto, reso viscido dall’umidità notturna, in pochi secondi si è trasformato in luogo di morte. L’auto ha sbandato e dopo alcuni metri di terrore è finita contro un albero. Il violento impatto ha sbalzato Mario fuori dall’abitacolo e incastrato tra le lamiere i corpi di Salvatore ed Ezio.

Per loro non c’è stato nulla da fare, perché all’arrivo degli operatori del 118 i due 24enni e il 21enne erano già saliti al cielo. Tanti i messaggi di cordoglio apparsi sulle pagine facebook dei tre manfredoniani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento