Incidenti stradali San Severo

Dino Aloia, il don che vuole fermare le stragi all'incrocio maledetto: "Non vogliamo più aspettare e piangere morti e feriti"

Il don prova a scuotere la Provincia: “Qua ci dobbiamo muovere. Le festività agostane non hanno aiutato la celerità dei lavori. Stiamo raccogliendo tante firme dei cittadini. Ogni giorno che passa si rischia la morte. Un incrocio senza segnaletica orizzontale e verticale adeguata, senza bande sonore, senza illuminazione notturna, senza rotatoria!

Don Dino D’Aloia non ci sta e si rivolge pubblicamente al presidente della provincia di Foggia, Nicola Gatta, per sottolineare, ancora una volta, la pericolosità dell’incrocio sulla strada tra San Severo e San Paolo di Civitate dove ieri si è verificato l’ennesimo incidente stradale. “Se non ci sono morti di sicuro ci siamo andati vicino”

Il don prova a scuotere la Provincia: “Qua ci dobbiamo muovere. Le festività agostane non hanno aiutato la celerità dei lavori. Stiamo raccogliendo tante firme dei cittadini. Ogni giorno che passa si rischia la morte. Un incrocio senza segnaletica orizzontale e verticale adeguata, senza bande sonore, senza illuminazione notturna, senza rotatoria! E che diamine! Noi non vogliamo più registrare incidenti, feriti o morti in quell'incrocio infernale. Noi non possiamo più aspettare!”

Il Don Dino, portavoce del comitato civico della Statale 16Ter continua: “I tecnici ci hanno lasciato intendere che dalla settimana prossima inizieranno i lavori di ripristino della segnaletica, noi vigileremo. Non chiediamo un favore ma lo pretendiamo.

Don Dino sottolinea che il problema persiste anche sul rettilineo: “E’ pericolosissimo soprattutto quando piove. Spendete i soldi per mettere in sicurezza i cittadini, pretendiamo che dal 30 agosto la ditta cominci i lavori, non ne possiamo più e non vogliamo più aspettare"

Il 27 luglio scorso, nelle campagne di San Severo, all'incrocio tra la strada Provinciale 33 e l'ex Statale 16 Ter, aveva perso la vita Egidio Di Giuseppe, fratello di Franco, anch’egli rimasto gravemente ferito nel sinistro (leggi qui).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dino Aloia, il don che vuole fermare le stragi all'incrocio maledetto: "Non vogliamo più aspettare e piangere morti e feriti"

FoggiaToday è in caricamento