Domenica, 24 Ottobre 2021
Incidenti stradali

Estate di lacrime e sangue sulle strade del Foggiano: 19 morti. Il più piccolo aveva 17 anni, morti anche due ventenni

Estate 2021, bilancio drammatico sulle strade della provincia di Foggia: 19 vittime in 16 sinistri mortali. Deceduti anche due coniugi, i fratelli Egidio e Franco Di Giuseppe e due colleghi di lavoro, idraulici di San Nicandro Garganico

Diciannove morti in sedici incidenti. Questo il bilancio, drammatico, sulle strade della Capitanata, nell’estate appena trascorsa. Il più giovane aveva 17 anni, 84 il più anziano. Hanno perso la vita anche due ragazzi giovanissimi di 20 e 21 anni. Padri di famiglia, fratelli, figli, nonni, nipoti e coniugi.

Una lunga scia di sangue cominciata il 21 giugno in via San Severo, all’altezza dell’ex inceneritore di Foggia – un 70enne di origini straniere è stato travolto e ucciso da una Audi – e proseguita lo stesso giorno in una galleria del Gargano vicino Carpino, dove due coniugi a bordo di una Apecar sono stati travolti da un furgone. Per loro non c'è stato nulla da fare.

Qualche giorno dopo, la mattina 26 giugno, un agricoltore a bordo di un trattore è deceduto in un sinistro avvenuto lungo la Provinciale 30 che collega San Severo a Torremaggiore. 

Il 14 luglio un altro mortale, sulla provinciale 62 che collega Trinitapoli a Cerignola. Uno dei due fratelli a bordo del veicolo che si è scontrato con un’altra auto non ce l’ha fatta.

Il 23 dello stesso mese a Cerignola un 45enne è morto in circostanze tragiche: è caduto da uno scooter dopo aver agganciato una catena tra due pali.

Il 27 luglio sulla strada per San Paolo di Civitate ha perso la vita Egidio Di Giuseppe. Due mesi dopo, il 25 settembre, anche il fratello che era in macchina con lui, l’ex deputato della Repubblica Franco Di Giuseppe.

Non ce l’ha fatta Antonio Graziano, corriere di Volturino e vicecapitano della squadra dilettantistica locale, deceduto per le conseguenze delle ferite riportate nel terribile incidente stradale avvenuto alcuni giorni prima sulla sp 60 in agro di Manfredonia.

Il 5 agosto è salito al cielo il 37enne Vito Casciano di Lucera, coinvolto in un incidente lungo la provinciale 32. Nello scontro all’incrocio di viale due Giugno a San Severo un 60enne è morto nel giorno di Ferragosto.

Non ce l’ha fatta dopo 50 giorni di agonia Moreno Potè, il 17enne di Vieste deceduto il 20 agosto per le gravissime ferite riportate nel sinistro avvenuto nei pressi di Pizzomunno la notte del 2 luglio.

Due giorni dopo, il 22 agosto, perdeva la vita Domenico Longo, 21 anni di Foggia, in un drammatico sinistro autonomo nei pressi di un distributore di carburanti sulla Statale 89 Manfredonia-Foggia.

La mattina del 7 settembre un ciclista di 76 anni veniva investito e ucciso sulla Statale 17 in agro di Lucera. Il 13, Daniele Coco di Apricena, 20 anni veniva strappato alla vita da un terribile sinistro avvenuto sulla sp 31 di Lesina, tra la Statale 16 e l’A14.

Il 14 settembre è morto Nicola D'amico, geologo di San Severo coinvolto il 31 agosto in un incidente stradale sulla Lucera-Troia. Il 17 settembre Antonio Russo, idraulico 37enne di San Nicandro, è deceduto sul colpo mentre a bordo di un furgone percorreva la strada per Torre Mileto in compagnia del collega Damiano Chiodi, deceduto il 25 settembre in ospedale.

Travolto e ucciso un ciclista straniero sulla Foggia-Lucera il 23 settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate di lacrime e sangue sulle strade del Foggiano: 19 morti. Il più piccolo aveva 17 anni, morti anche due ventenni

FoggiaToday è in caricamento