Martedì, 16 Luglio 2024
Incidenti stradali

Otto vittime della strada in 100 giorni nel Foggiano: 7 in meno rispetto allo stesso periodo del 2022

Un 25enne di Lucera e un 41enne di Celenza Valfortore hanno trovato la morte lontano dalla provincia di Foggia. Due le vittime di Pasqua, un 65enne è deceduto a Pasquetta. Il raffronto con lo stesso periodo dello scorso anno

Nei primi 100 giorni del nuovo anno in provincia di Foggia è drammatico il bilancio delle vittime della strada: sono nove le persone decedute in altrettanti incidenti mortali: due a gennaio, una a febbraio, due a marzo e tre ad aprile. L'ultima ieri 10 aprile in località Giardinetto.

Sette in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando dal 6 gennaio al 6 aprile morirono 14 persone, di cui una per le conseguenze delle ferite riportate in un sinistro del 15 dicembre del 2021. Perlopiù giovani le vittime.

La provincia di Foggia piange anche la morte di Antonio Di Sabato, 25enne di Lucera deceduto il 6 marzo scorso in un terribile incidente stradale avvenuto in autostrada nei pressi di Ancona e la dipartita di Antonio Di Iorio, 41enne di Celenza Valfortore, che ha trovato la morte lungo la Statale 645, tra Toro e Campodipietra, nel territorio molisano.

Nello stesso periodo dello scorso anno, il 6 e il 9 gennaio, due stranieri erano stati travolti e uccisi a distanza di tre giorni, nello stesso punto, in agro di Carapelle. Il giorno dell’Epifania il destino si era accanito contro Nicoletta Selvaggio, l’infermiera di 24 anni morta alle porte di Cerignola mentre si stava recando al lavoro presso la postazione del 118. Il 13 gennaio, un giovane papà di 19 anni di San Severo, Pasquale Marino, era morto nel terribile impatto contro un albero di ulivo. Il 14 gennaio aveva lasciato la vita terrena Ferdinando Palladino, il 39enne di Foggia e padre di tre bambini, precipitato con il suo autoarticolato giù da un ponte, all'altezza del km 43,100, nel tratto di strada che collega Carpino a Cagnano Varano, a poche decine di metri dall'ingresso della galleria. La sera del 26 gennaio si era fermata per sempre l’esistenza di Camilla Di Pumpo, promettente avvocatessa 25enne di Foggia.

Tuttavia il 2022 era cominciato con la notizia della dipartita di Antonio D'Errico, l'agricoltore 73enne di San Severo, deceduto per le ferite riportate nel sinistro del 15 dicembre dell’anno prima.

Il 22 febbraio dello scorso anno un autista soccorritore 30enne del 118 di Cerignola è morto sulla Tangenziale 673, vicino Foggia.

Cinque le vittime della strada di marzo: quella di Luigi Turco, imprenditore agricolo di Lesina rimasto vittima di un violento impatto tra la sua auto e un branco di cinghiali; delle tre religiose salesiano dei sacri cuori dell’Istituto Filippo Smaldone di Bari decedute sulla A14 tra Cerignola e Candela e di Giuseppe Pugliese, padre di due figli, morto il 22 marzo nel tratto stradale tra Cerignola e Canosa.

Erano state due invece le vittime di aprile: un 42enne di Bisceglie morto sulla Statale 16 un operaio 38enne campano travolto e uccise nel tratto autostradale tra San Severo e Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto vittime della strada in 100 giorni nel Foggiano: 7 in meno rispetto allo stesso periodo del 2022
FoggiaToday è in caricamento