rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Incidenti stradali

Lacrime di sangue sulle strade del Foggiano: dall'inizio dell'anno una vittima ogni cinque giorni

Da gennaio ad oggi, giorno in cui sulla strada a scorrimento veloce del Gargano ha perso la vita un ragazzo di 28 anni, sono ben 24 le vittime della strada in provincia di Foggia

Due terribili incidenti e quattro vittime a gennaio, in altrettanti sinistri tre morti a febbraio e due a marzo. Addirittura dieci ad aprile e già cinque a maggio. E’ questo il tragico bilancio delle vittime della strada in provincia di Foggia. Sembra una maledizione, troppe le lacrime versate, tantissime famiglie distrutte.

Diverse le cause degli incidenti mortali, a seconda dei casi: dall’alta velocità all’uso del telefonino, dalle pessime condizioni di alcune arterie a momenti di distrazione, fino al mancato utilizzo della cintura di sicurezza. Ci sono poi altri fattori che hanno inciso negativamente sugli accaduti, le coincidenze e la sfortuna, ad esempio. Come nel caso del 28enne deceduto la scorsa notte sulla strada a scorrimento veloce del Gargano.

Strade maledette quelle di Capitanata, strade impregnate di sangue, di disperazione, di silenzi assordanti. Ventiquattro vittime in tutto, una ogni cinque/sei giorni. Una carneficina.

INCIDENTI STRADALI, 4 MORTI IN 7 GIORNI IN CAPITANATA

APRILE 2017, DIECI MORTI IN OTTO TERRIBILI INCIDENTI

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lacrime di sangue sulle strade del Foggiano: dall'inizio dell'anno una vittima ogni cinque giorni

FoggiaToday è in caricamento