menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sangue e lacrime d'agosto sulle strade del Foggiano: 22 vittime in sei terribili incidenti

Morti sedici braccianti agricoli, tre ragazzi di Torremaggiore, un 32enne di San Nicandro Garganico, un 63enne di Volturara Appula e il senatore Emiddio Novi investito e ucciso a Sant'Agata di Puglia

Quello del 2018 sarà ricordato come l'agosto delle stragi dei braccianti agricoli morti in due terribili incidenti stradali analoghi avvenuti a distanza di 48 ore l'uno dall'altro, il 4 agosto sui Monti Dauni tra Ascoli Satriano e Castelluccio dei Sauri e il 6 agosto sul Gargano lungo la Statale 16 in agro di Lesina. Sedici vittime in tutto, quattro più dodici.  

Nel mezzo la dipartita del motociclista Antonio Altieri, vittima di un tragico sinistro avvenuto all'altezza dell'incrocio tra la Statale 89 e viale Ottaviano Augusto a San Nicandro Garganico.

Il mese che ci siamo lasciati alle spalle ci ha portato via anche tre giovani vite, in quel Ferragosto che ha macchiato di sangue la Statale 693 in prossimità del Santuario San Nazario ad Apricena. Una giornata di festa si è trasformata in una pioggia di lacrime. E' toccato a Torremaggiore versarle per Daniela, Domenico e Liliana, rispettivamente di 21, 22 e 24 anni.

Il bilancio dei morti sulle strade del Foggiano si è aggravato con il mortale del 23 agosto sulla Statale 17 Foggia-Lucera e con l'incidente in pieno centro a Sant'Agata di Puglia del giorno successivo.

Nel primo caso uno scontro tra una Ford Focus e un trattore agricolo che trasportava un carrello carico di pomodori, ha provocato la morte sul colpo di Michele Ianfascia, 63enne di Volturara Appula. L'altra tragedia poche ore dopo nel piccolo centro dei Monti Dauni, dove il senatore Emiddio Novi veniva investito e ucciso da un camioncino della nettezza urbana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento