Lunedì, 2 Agosto 2021
Incidenti stradali

Coinvolto in un incidente, viene denunciato per un'anomalia sul ‘libretto’ e scatta il sequestro: il caso a Manfredonia

Accade a Manfredonia, dove lo zelo della polizia locale ha fatto scaturire le attività di polizia giudiziaria e poi giudiziale. Il Tribunale di Foggia, con sentenza dello scorso 8 giugno, ha però confermato la tesi difensiva del cittadino, ingiustamente attinto da provvedimenti cautelari incongruenti

Immagine di repertorio

Una storia ordinaria, una delle tante, a tratti banale che posta sotto l’esasperazione dell’interpretazione della legge diventa assurda e poi paradossale, concludendosi in solo danno dell’inerme cittadino costretto purtroppo a subire certe leggerezze che diventano beffa.

E' quanto accaduto a Manfredonia, dove a seguito di un incidente stradale - un incidente automobilistico per una mancata precedenza ad un incrocio - è intervenuta la polizia locale per i rilievi del caso. I vigili, però, nel visionare la documentazione del mezzo che è stato urtato, notano alcuni dettagli della carta di circolazione a loro dire fraudolenti (una discordanza sulla residenza), tanto da procedere al sequestro di essa e alla denuncia presso l’Autorità giudiziaria il proprietario per il grave reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. 

Naturalmente per chi vive di lavoro precario e deve spostarsi col proprio mezzo ciò ha comportato una danno enorme.

 “Solo che” precisa il legale dell’imputato, l’ avv. Pierpaolo Fischetti (nella foto in basso), “gli zelanti componenti del Nucleo di polizia giudiziaria dei vigili di Manfredonia nel loro modo di procedere hanno ignorato gli ultimi interventi legislativi del “Decreto semplificazioni” e della modifica della carta di circolazione, oggi documento unico, procedendo a tutta una serie di attività di polizia giudiziaria e poi giudiziale davvero ingiusta illegittima, spropositata e disvelatasi imbarazzante, se solo si consideri che la nostra Giustizia è ingolfata da tali procedimenti inconsistenti.”

E così il Tribunale di Foggia, con sentenza dello scorso 8 giugno, ha confermato la tesi difensiva del cittadino manfredoniano ingiustamente attinto, suo malgrado, da provvedimenti cautelari davvero incongruenti.  

avv. Pierpaolo Fischetti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coinvolto in un incidente, viene denunciato per un'anomalia sul ‘libretto’ e scatta il sequestro: il caso a Manfredonia

FoggiaToday è in caricamento