San Severo, scooter non si ferma all'alt e travolge il comandante della Polizia Locale: ferito Ciro Sacco

E' accaduto lo scorso lunedì, in via Alfieri. A bordo dello scooter, due giovani: il conducente è riuscito a fuggire, mentre è stato identificato il passeggero. Per il fatto, Sacco ha dovuto fare ricorso alle cure del pronto soccorso

Immagine di repertorio

Il comandante della Polizia Locale di San Severo, Ciro Sacco, è stato investito, ferito e costretto a fare ricorso alle cure del pronto Soccorso.

E’ accaduto lo scorso lunedì 28 ottobre, intorno alle ore 13,20, in via Alfieri, nel cuore di uno dei poli ad alta frequenza studentesca cittadina. Si è verificato un grave e folle investimento da parte di due giovani su uno scooter ai danni del comandante della Polizia Locale, il quale, insieme al vice commissario Felice Cafora, stava sperimentando la chiusura al traffico di Via Alfieri per consentire in maggiore sicurezza l’ingresso e l’uscita degli studenti dalle scuole.

Un ciclomotore, con due ragazzi a bordo, nonostante il primo alt del vice commissario Cafora ed il secondo successivo e tempestivo alt del comandante Sacco ha violato il divieto di accesso ed ha proseguito la marcia senza fermarsi, anzi accelerando ed investendo il comandante con lo scooter. Lo stesso scooter è stato poi sequestrato, ma l’arrivo di alcuni altri ragazzi ha consentito al conducente di dileguarsi, mentre è stato identificato il passeggero. Sono in corso indagini per l’identificazione pure del conducente.

“A nome mio personale e di tutta la Civica Amministrazione – dichiara il sindaco Francesco Miglio – esprimo la più totale solidarietà al Comandante della nostra Polizia Locale, vittima di questo gesto di violenza che ha pochi eguali nella storia recente della nostra città. Purtroppo ancora una volta siamo costretti a commentare un atto violento, per di più commesso da un minore che viene identificato in queste ore, un evidente e palese segno che qualcosa nel “sistema famiglia” oggi funziona meno rispetto al passato, proprio laddove si dovrebbe costruire in maniera sana e positiva il futuro dei giovani, che saranno i protagonisti diretti della San Severo di domani. Condanniamo con fermezza questo triste episodio, nella speranza che non abbia più a ripetersi, ribadendo il più convinto sostegno all’operato della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine tutte, impegnate giorno e notte nel presidio del territorio, per assicurare alla gente perbene di San Severo maggiore sicurezza e tutela”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento