rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Incidenti stradali

Troppi incidenti stradali e tragedie sfiorate in città: nulla è cambiato dopo la disgrazia di via Matteotti

Dalla sera del 26 gennaio alla notte del 3 aprile 2022, in città si sono verificati parecchi incidenti stradali, la maggior parte in prossimità degli incroci. Spaventoso quello di via Monsignor Lenotti

Ad ogni incidente stradale, perlopiù quelli con i segni più evidenti della violenza dell'urto, la memoria dei foggiani torna inevitabilmente alla tragedia della sera del 26 gennaio quando in via Giacomo Matteotti, all’intersezione con via Giovanni Urbano, Camilla Di Pumpo, promettente avvocatessa, veniva prematuramente strappata alla vita nel pieno della sua giovinezza.

Tuttavia, dopo la tragedia costata l'esistenza alla 25enne, a Foggia si sono verificati altri sinistri, taluni spaventosi ma senza vittime. Esattamente come quello avvenuto due settimane dopo, in via Monsignor Giuseppe Lenotti, quando un’auto con a bordo quattro ragazzi, ha travolto a velocità sostenuta quattro veicoli in sosta tra cui un furgone. Una tragedia sfiorata, che per gli effetti devastanti dell’impatto, aveva riportato i foggiani indietro di qualche giorno, alla disgrazia della sera del 26 gennaio. Il conducente - rintracciato in pronto soccorso dopo essersi allontanato - non aveva la patente, men che meno l’auto era assicurata.

Il più delle volte imprudenti, spavaldi e dstratti alla guida (verosimilmente dall'utilizzo degli smartphone), nondimeno il rapporto degli automobilisti con il codice della strada, in alcuni casi, si complica per le condizioni in cui versano le arterie o per la scarsa visibilità in prossimità degli incroci. Ciò nonostante, la responsabilità dei conducenti è fuori discussione. 

Rocambolesco nella dinamica, ma per fortuna senza gravi conseguenze, l'incidente del 10 febbraio avvenuto tra viale Giotto e piazza Aldo Moro. Il 12, in via Ferdinando Villani, un soggetto alla guida di una Fiat Panda rubata danneggerà quattro auto in sosta (continua a leggere). Poche ore prima, in piena notte, un'auto aveva abbattuto una cassetta delle 'Poste' in via Martiri di via Fani. Ventiquattro ore dopo, in via Gentile, zona Macchia Gialla, dopo l'impatto con un ciclomotore, una Mercedes si schianterà contro la colonna del porticato di uno stabile della zona (guarda qui). Il giorno dopo ancora si verificherà un altro incidente ad un incrocio, tra via Ricci e via Scrocco. Uscirà miracolosamente illeso il ragazzo alla guida di una Citroen C3 che la sera del 23 febbraio, in via Sant'Antonio, terminerà la sua corsa contro una recinzione condominiale privata, abbattendola (le foto)

Dopo i sinistri del 4 marzo, in viale Fortore e del 6 in viale Candelaro, giorno 9 un’auto finirà contro un muro di viale Ofanto, dopo lo scontro con un veicolo. Spaventoso, ma per fortuna senza gravi conseguenze per i quattro ragazzi a bordo, un altro incidente avvenuto nei pressi della Città del Cinema (le immagini video). Quello del 17 marzo di viale degli Aviatori coinvolgerà tre mezzi, tra cui un autobus dell’Ataf. Il 20 due auto si scontreranno al semaforo di viale Fortore. Analogo incidente tre giorni dopo in via Monsignor Farina alla Macchia Gialla. Il 25, una Fiat Punto rimarrà incastrata sul cordolo di viale Ofanto, all'incrocio con via Gramsci. Il 29 dello stesso mese si verificherà un altro sinistro in via Motta della Regina. Poche ore dopo due auto entreranno in collisione all’incrocio tra via Gioberti e via Guido Dorso.

Aprile non è cominciato nel migliore dei modi. Anzi. Il 1, un’auto 'impazzita' è terminata sui veicoli parcheggiati in viale Pinto (leggi qui). L'ultimo in ordine di tempo è il terribile incidente stradale avvenuto la scorsa notte in viale Giuseppe Di Vittorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi incidenti stradali e tragedie sfiorate in città: nulla è cambiato dopo la disgrazia di via Matteotti

FoggiaToday è in caricamento