Incidenti stradali Apricena

L'ultimo saluto di Apricena a Daniele: bandiera a mezz'asta e fiocco nero. Sotto choc per la morte di Antonio anche San Nicandro

Si svolgeranno oggi i funerali di Danele Coco, il ragazzo di 20 anni morto in un incidente stradale il 13 settembre scorso. San Nicandro Garganico sotto choc per la morte dell'idraulico Antonio Russo, il 37enne deceduto ieri sulla sp 41

Divise da poco meno di 15 chilometri Apricena e San Nicandro Garganico in queste ore condividono lo stesso dolore, quello delle due comunità che piangono i loro cari, vite spezzate sulla strada, giovani e conosciute in città.

Ad Apricena questa mattina si svolgeranno i funerali di Daniele Coco, il ragazzo di 20 anni che ha trovato la morte alle prime luci dell’alba del 13 settembre sulla Sp 31 in agro di Lesina, mentre in compagnia del cugino rientrava a casa da Termoli.

Dopo giorni di disumana sofferenza, la famiglia, i suoi cari, i suoi amici, tutti noi, l'intera comunità apricenese, lo accompagneremo nell'ultimo saluto su questa terra. Come segno di vicinanza e di affetto a questo giovane figlio della nostra terra, la bandiera italiana esposta al Palazzo Comunale, sarà a mezz'asta e con un fiocco nero. In questo difficile momento, che sta coinvolgendo diverse nostre famiglie a causa di perdite improvvise, sentiamo il bisogno di esprimere sentimenti di condivisione del dolore di tutti gli apricenesi a chi in questi giorni sta soffrendo per la perdita improvvisa del proprio caro”, il commento del sindaco Antonio Potenza.

Prima della morte di Daniele, la città del marmo e della pietra era stata profondamente colpita da un altro gravissimo lutto, la morte in circostanze drammatiche e improvvisa di una donna conosciutissima in città.

Con Apricena da ieri mattina piange lacrime di rabbia anche San Nicandro Garganico per la tragica scomparsa di Antonio Russo, idraulico 37enne del posto deceduto mentre si recava al lavoro sulla strada provinciale 41 che collega la cittadina garganica a Torre Mileto.

La città è sotto choc. “Andare al lavoro come ogni giorno e dire addio a tutti senza saperlo. Grande dispiacere. Antonio era un bravo ragazzo, una persona onesta, oltre che un mio coetaneo. A lui dedicheremo un giorno di silenzio elettorale, che valga anche da abbraccio alla sua bella famiglia. Riposa in pace” questo il commento di Matteo Vocale, candidato sindaco.

Straziante il ricordo di Roberto: “7.39 chiamata persa Antonio Russo idraulico. 7 e 49 sono io a chiamarti. Dicesti di essere già in viaggio e di non avere le chiavi, disposto a tornare indietro a prenderli. Ti dissi di andare tranquillo, in viaggio c’è anche mio fratello e Alberto con le chiavi. Qualche minuto dopo, l’incidente. La chiamata dei miei collaboratori, le urla, i pianti strazianti. Sto male”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto di Apricena a Daniele: bandiera a mezz'asta e fiocco nero. Sotto choc per la morte di Antonio anche San Nicandro

FoggiaToday è in caricamento