Si spezza gancio traino, auto "schizza" nella corsia di marcia opposta: muore 24enne

Drammatico incidente stradale due giorni fa, alle porte di Andria: la vittima è Giuseppe De Leo, di Ordona: sedeva nella sua Cinquecento, trainata da un altro mezzo a causa di un guasto. Per lui non c'è stato nulla da fare

Immagine di repertorio

Il gancio traino dell'auto che si stacca, e la vecchia Cinquecento sulla quale era a bordo "schizza" nella corsia di marcia opposta, impattando con un mezzo che sopraggiungeva. Potrebbe essere questa la dinamica dell'incidente stradale avvenuto lo scorso 15 giugno, a seguito del quale un giovane di Ordona, paese dei Cinque Reali Siti, ha perso la vita alle porte di Andria, lungo la Provinciale 231, in direzione Foggia.

La vittima dell'accaduto è Giuseppe De Leo: sedeva nella sua Cinquecento, trainata da un altro mezzo a causa di un guasto. Per lui non c'è stato nulla da fare: a seguito dell'impatto, è stato sbalzato fuori dall'abitacolo del mezzo; fatale l'impatto con l'asfalto. La sua utilitaria ha colpito una Renault Megane, i cui occupanti - conducente e passeggero, entrambi di Andria - sono stati trasportati in codice rosso nei vicini ospedali di Andria e Barletta. Sul posto, insieme ai sanitari del 118, i vigili del fuoco e gli agenti della Polstrada che hanno effettuato i rilievi del caso e ricostruito l'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato con un buco in testa: è dell'uomo scomparso a San Severo, non si esclude l'ipotesi omicidio

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • Cacciatori tendono la trappola ai ladri di moto: in quattro tornano per recuperarle, ma vengono beccati e arrestati

  • Grave incidente stradale a Lucera, Lancia Musa si schianta contro un muretto: 22enne perde la vita

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

Torna su
FoggiaToday è in caricamento