Tragedia sul lavoro: si ferisce alla gola con una smerigliatrice, muore dissanguato operaio di 42 anni

La vittima è Antonio Grilli, foggiano residente a Castel Maggiore, operaio di una azienda bolognese. L'uomo è stato trovato riverso in una pozza di sangue, nel pomeriggio di ieri all'interno del perimetro della Concave di via Zanardi

Il luogo della tragedia

Tragedia sul lavoro: si ferisce alla gola con una smerigliatrice, muore dissanguato operaio di 42 anni. La vittima è Antonio Grilli, di origini foggiane, operaio presso una azienda bolognese.

Come riporta BolognaToday.it, l'uomo è stato trovato riverso in una pozza di sangue, ormai senza vita, nel tardo pomeriggio di ieri all'interno del perimetro della Concave di via Zanardi. Gli accertamenti condotti dall'Arma sul posto hanno concluso per una morte derivante dall'attività lavorativa, che il 42enne di origini foggiane ma da tempo residente a Castel Maggiore, stava svolgendo.

A chiamare il 118 e i militari è stato un collega di lavoro, che si è accorto dell'accaduto solo dopo qualche tempo, quando è entrato nel prefabbricato bagni dove il corpo giaceva. Sulla base di una prima ricostruzione, sembra che il 42enne si sia ferito mortalmente con un profondo taglio al collo, con una smerigliatrice che stava utilizzando: tracce ematiche sono state infatti rinvenute in prossimità dell'elettroutensile, utilizzato di norma per tagliare i materiali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una ipotesi al vaglio è che, dopo l'incidente, l'operaio, per accertarsi della gravità di quanto accaduto, sia corso in bagno. Una volta all'interno del locale però, lo stesso avrebbe avuto un mancamento, probabilmente causato dalla copiosa perdita di sangue, perdendo i sensi. Quando il collega ha trovato il corpo, per il 42enne non c'era già più nulla da fare, morto dissanguato. Dopo gli accertamenti di rito, l'autorità giudiziaria ha disposto il trattamento in via amministrativa e sulla salma non verrà eseguita autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento