Cronaca

Incendiata l’auto di un membro dell’associazione Antiracket Vieste

La scorsa notte in via Matteotti ignoti hanno dato fuoco alla Citroen 107 di Vittoria Vescera, ex presidente del Consorzio Gargano Mare e componente dell'associazione Antiracket Vieste

Dopo l’attentato incendiario avvenuto una settimana fa in via Marinai d’Italia a Vieste ai danni della Nissan del fratello del proprietario dello Scialì, locale teatro di un incendio nel 2011, torna l’incubo criminalità nella città del faro.

Questa notte, in via Matteotti, ignoti hanno dato fuoco all’auto di Vittoria Vescera, ex presidente del Consorzio Gargano Mare e componente dell’associazione Antiracket Vieste, costituita lo scorso 12 dicembre per contrastare il fenomeno del racket, delle estorsioni, dell'usura e punto di riferimento per quanti decidono di denunciare alle autorità preposte le forme di criminalità di cui sono vittime.

A bruciare una Citroen 107 andata completamente distrutta, nonostante l’immediato intervento dei Vigili del Fuoco. Sull’accaduto indagano i carabinieri. Si è trattato di un autentico avvertimento, probabilmente legato al processo Medioevo, giunto orami alle battute finali.

Domattina, presso la sede di via Cavour, è previsto un incontro tra il presidente dell’associazione Tano Grasso e gli operatori turistici di Gargano Mare.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiata l’auto di un membro dell’associazione Antiracket Vieste

FoggiaToday è in caricamento