Cronaca

Roma, incendio in un residence: un morto e un foggiano tra i feriti gravi

A provocarlo sarebbe stato lo scoppio di una bombola del gas. La vittima è un cittadino romeno. Feriti anche un barese, un 39enne di Formia e un agente di polizia

C’è anche un 50enne foggiano tra i feriti gravi dell’incendio che questa notte è scoppiato in via Pieve di Cadore a Roma, all’interno di un residence del quartiere Monte Mario abitato per la maggior parte da stranieri. Nel rogo è morto un cittadino romeno, il cui corpo è stato ritrovato praticamente carbonizzato, rendendo difficile persino il riconoscimento dei parenti accorsi sul posto.

Tra i feriti ci sono anche un uomo originario di Formia di 39 anni, un barese di 50 e il poliziotto quarantenne intervenuto nei soccorsi che - stando alle ultime informazioni - non versa in gravi condizioni. L’incendio potrebbe esser stato provocato dallo scoppio d una bombola di gas. I vigili del fuoco hanno dichiarato inagibili il primo piano, dove è stata trovata la vittima, ed il secondo. Nel 2001, nello stesso stabile e per lo stesso motivo, morirono due persone

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, incendio in un residence: un morto e un foggiano tra i feriti gravi

FoggiaToday è in caricamento