Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Croci / Via Ciano Antonio

Incendio al Parco Iconavetere, Bianco lancia l’allarme: “Abbandonato da tutti”

Capitanata Mia: “L’unica soluzione è aprirlo in questi mesi estivi e darlo ai cittadini residenti essendo gli stessi attivi nel recupero di piazza Sant’Anna”

“Il Parco Iconavetere è abbandonato da tutti” è la dura constatazione del presidente dell’associazione Capitanata Mia, Antonio Bianco, dopo che ignoti hanno bruciato la sterpaglia del parco mariano di Via Ciano nella zona tra la cappella e il palazzo Torraco, dove si è temuto il peggio ma dove fortunatamente gli alberi non ha preso fuoco.

La cappella, gli antichi ruderi del convento di Santa Maria di Costantinopoli e il palazzo non sono stati danneggiati, ma il livello d’attenzione resta alto: “Non è possibile continuare così, trattare il Parco Iconavetere in quel modo, l’unica soluzione è aprirlo in questi mesi estivi e darlo ai cittadini residenti essendo gli stessi attivi nel recupero di piazza Sant’Anna. Nonostante le continue segnalazioni da parte della nostra associazione sul problema delle stoppie presenti all’interno, il Comune non ha risolto il problema e questo è davvero vergognoso”.

Il giovane presidente - essendo il parco gestito dal Comune di Foggia - invita l’assessore ai Lavori Pubblici, Leonardo Pietrocola, a occuparsi della sostituzione del lucchetto d’ingresso, e l’assessore all’ambiente, Pasquale Russo ad attivare immediatamente un servizio di pulizia all’interno del parco, onde evitare altri pericoli.

“Si ricorda ancora che il Parco Iconavetere è il secondo cuore propulsore della nostra città, ma soprattutto dalla presenza degli antichi ruderi, pietre che testimoniano il passato, un passato che dobbiamo continuare a tenere vivo per i nostri giorni e per quelli futuri” conclude Bianco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio al Parco Iconavetere, Bianco lancia l’allarme: “Abbandonato da tutti”

FoggiaToday è in caricamento