A fuoco le baracche del 'Gran Ghetto': nel rogo, ustionata una donna

Una donna africana di circa 40 anni è rimasta ustionata nell'incendio divampato la scorsa notte, tra le baracche del Gran Ghetto. Per lei, 20 giorni di prognosi

L'incendio al Gran Ghetto

Una donna africana di circa 40 anni è rimasta ustionata nell'incendio divampato la scorsa notte, tra baracche del 'Gran Ghetto', tra le campagne di San Severo e Rignano Garganico.

La donna, a quanto si è appreso, è stata medicata dal personale del 118 e trasportata in ospedale con ustioni giudicate guaribili in 20 giorni. Ancora da accertare le cause del rogo, verosimilmente riconducibili al malfunzionamento di una stufa usata dai migranti per difendersi dal freddo. Nel complesso, sono andate distrutte più di dieci baracche, occupate da migranti (per lo più africani) impiegati nei campi del Tavoliere seguendo le stagioni delle colture.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento