Incendio Futuragri, pressione della criminalità per intimorire gli imprenditori?

Solidarietà e preoccupazione è stata espressa dal sindaco di Foggia, Franco Landella. Per Frattarolo si tratta di “racket del verde”. L’on. Mongiello: “Purtroppo non è l’unico che subiscono”

L’incendio delle oltre duecento cassette del deposito Futuragri, per un danno economico che si aggira intorno alle  300mila euro, non è passato assolutamente inosservato. Il sindaco di Foggia, l’on. Colomba Mongiello e Lorenzo Frattarolo, presidente dell’associazione Changes, hanno espresso solidarietà al presidente Copagri

“Il grave attentato incendiario ai danni del deposito Futuragri rende più che mai urgente una risposta energica all’inquietante e crescente fenomeno del ‘racket verde’, ossia dell’intollerabile pressione estorsiva e criminale a cui sono sottoposti gli agricoltori. L’assenza di denunce non deve indurre in inganno. È ragionevole ritenere che sia frutto di remore o addirittura di rassegnazione. Nel dare la piena solidarietà mia e dell’associazione agli imprenditori colpiti, auspico che forze dell’ordine e magistratura si attivino per una celere ed efficace risposta di contrasto al fenomeno. Si tratta di salvaguardare non solo la sicurezza e i beni di nostri concittadini, ma anche un comparto produttivo fondamentale per la nostra economia, che non può fronteggiare, oltre alle incognite climatiche e all’altalenante andamento del mercato, la pressione della criminalità.”

L'INCENDIO E LA GALLERY FOTOGRAFICA

In mattinata anche il sindaco di Foggia aveva espresso così la propria solidarietà e quella dell'intera città, ai soci e ai lavoratori dell'azienda agricola: “L’incendio che stanotte ha colpito la Futuragri rappresenta un atto di assoluta gravità ed un colpo al cuore all'economia foggiana che si basa proprio sul settore agricolo. Sembra certo che l'incendio sia stato appiccato di proposito da chi, evidentemente, intende creare scompiglio all'interno del sistema produttivo cittadino. Siamo sicuri che le Forze di polizia e la magistratura sapranno fare piena luce sull'accaduto ed individuare i responsabili di questo folle gesto che ha creato danni per centinaia di migliaia di euro. Sono certo che il presidente della cooperativa agricola, i soci ed i lavoratori saranno in grado di riprendere l'attività lavorativa con lo stesso vigore ed entusiasmo che ha contraddistinto l'azienda fino ad oggi e che ha permesso alla Futuragri di essere una delle eccellenze del nostro territorio. Non consentiremo a nessuno di condizionare negativamente il lavoro di tanta gente onesta e perbene. Dobbiamo isolare questa minoranza che intende distruggere il senso civico ed intimorire gli imprenditori del territorio che con sacrifici, impegno e spirito di abnegazione hanno creato realtà produttive che consentono a migliaia di persone di avere un lavoro, specialmente in un periodo in cui la disoccupazione rappresenta ancora il problema principale del nostro territorio”.

Questo invece il commento dell’on. Colomba Mongiello: “Esprimo solidarietà istituzionale e personale al presidente della Coldiretti Foggia Giuseppe De Filippo ed ai soci e dipendenti della coop Futuragri per l'attentato incendiario subìto. Purtroppo non è il primo che subiscono e non è l'unico messo a segno in queste settimane nella zona di Tavernola. Ad essere particolarmente colpiti sono i campi di grano, riarsi dalle fiamme che hanno distrutto il raccolto su decine di ettari. Atti criminali che danneggiano aziende già provate dalla crisi produttiva e che indeboliscono la filiera cerealicola territoriale. La sicurezza delle campagne foggiane è un tema prioritario che il Partito Democratico ha giustamente inserito nell'agenda del prossimo governo regionale, perché c'è bisogno della massima sinergia istituzionale e operativa per tutelare il patrimonio economico, ambientale e sociale costituito dalla nostra agricoltura”:

https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gif

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento