rotate-mobile
Cronaca San Severo

Incendiato furgone di Cozzoli, ‘Altra Città San Severo’: “Necessario isolare i violenti”

Il commerciante e presidente dell'associazione Agorà era stato vittima di un attentato intimidatorio che avrebbe a che fare con l'attività di difensore della categoria ambulanti

A distanza di una settimana, ‘Altra Città San Severo’ esprime sdegno e ferma condanna per l’atto intimidatorio perpetrato nei confronti di Claudio Cozzoli, il presidente dell’associazione ‘Agorà’ al quale, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio, ignoti hanno dato fuoco al furgone parcheggiato davanti alla sua abitazione: “Il miserabile atto di violenza nei confronti di Claudio Cozzoli, presidente dell’associazione “Agorà”, va totalmente condannato da tutti coloro che credono nella legalità e nella libera espressione del pensiero. Ancora una volta Altra Città San Severo ribadisce la necessità di una mobilitazione delle forze sane della città per isolare i violenti, la delinquenza comune e politica”.

Era stato lo stesso presidente dell’associazione ambulanti a dare la notizia sulla sua pagina Facebook: “Incendiato il furgone da lavoro del sottoscritto. Spero che qualcuno dei miei "amici" FB e qualche "autorità" capiscano in che modo si danneggia il rappresentante di un’associazione di categoria che da sempre si è dato da fare per difendere il potere d'acquisto dei consumatori, di un mercato e la dignità dei venditori che ci lavorano. Perdurando la tensione, causata da chi tutti sanno, mi chiedo quale sarà il prossimo passo”.

Cozzoli ha sporto regolare denuncia presso il commissariato, ribadendo che “l'episodio ha a che fare con la mia attività di difensore di una categoria, gli ambulanti di un mercato, che da anni subiscono ogni genere di sopruso, senza che la cosa trovi finalmente un epilogo, a causa di un disinteresse diffuso mostrato negli anni da molte forze politiche e sociali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiato furgone di Cozzoli, ‘Altra Città San Severo’: “Necessario isolare i violenti”

FoggiaToday è in caricamento