menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'incendio e la morte dopo il violento litigio con la compagna e il figlio di lei: "Me ne vado, non si può vivere così"

La vittima dell'incendio divampato in uno stabile di una cooperativa agricola di Cerignola è un operaio di 55 anni. Si indaga sul suicidio, sul suo corpo ferite d'arma da taglio e un messaggio su Facebook

Aveva 55 anni ed era di origini romene l'operaio di una cooperativa agricola alla periferia di Cerignola trovato morto all'interno dello stabile in cui la scorsa notte si è sviluppato un incendio.

La vittima viveva con la compagna e il figlio di lei, con i quali pare avesse litigato qualche ora prima dell'accaduto. Episodio che avrebbe richiesto l'intervento degli agenti di polizia. 

Il messaggio su Facebook rilasciato il 55enne poco prima dell'accaduto e alcune ferite di arma da taglio trovate sul cuo corpo, stanno orientando le indagini degli investigatori verso l'ipotesi del suicidio: "Baci a tutti, me ne vado. Vi auguro tanta felicità e salute a tutto il mondo ma non si può vivere così, baci a tutti gli amici".

Gli investigatori al momento non escludono alcuna pista. Al vaglio degli inquirenti le immagini di videosorveglianza dell'azienda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento