menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Umberto Di Micheled

Umberto Di Micheled

Incendio sventato, sindaco Di Michele nel mirino: "Sono molto turbato. La nostra attività dà fastidio a chi non vuole il cambiamento"

Un atto inspiegabile ma probabilmente legato più all'attività di primo cittadino che al padre pensionato. "Se chi ha tentato di eseguire questo atto lo ha fatto per colpire il sindaco, significa che il lavoro svolto in questi pochi mesi di amministrazione è stato efficace ed efficiente"

Come anticipato da FoggiaToday, nella notte appena trascorsa, un uomo incappucciato ha cercato di appiccare il fuoco all'automobile del padre del sindaco di Carapelle, Umberto Di Michele.

Un atto inspiegabile ma probabilmente legato più all'attività di primo cittadino che al padre pensionato. "Sono molto turbato ed attonito per l'accaduto - ha detto Di Michele - ma se chi ha tentato di eseguire questo atto incendiario lo ha fatto per colpire il sindaco, significa che il lavoro svolto in questi pochi mesi di amministrazione è stato efficace ed efficiente e probabilmente sta dando fastidio a chi non vuole il cambiamento".

"Ho grande fiducia nella giustizia - ha aggiunto il primo cittadino - e voglio ringraziare i militari dell'Arma dei Carabinieri che sono intervenuti prontamente ed hanno evitato l'esplosione dell'auto. A loro ed  ai cittadini che fanno del dialogo e della legalità la propria ragione di vita - e a Carapelle non sono pochi - andrà sempre la mia stima".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento