rotate-mobile
Cronaca

Incendio nel “Ghetto di Rignano”: fiamme distruggono baraccopoli

Le fiamme hanno distrutto una trentina di baracche al cui interno vivevano un centinaio di braccianti agricoli nordafricani

A provocare  l’incendio scoppiato la scorsa notte nell'accampamento di migranti africani tra le campagne nei dintorni di Foggia, è stato molto probabilmente un corto circuito. Le fiamme divampate nel “Ghetto di Rignano” hanno distrutto una trentina di baracche al cui interno vivevano un centinaio di braccianti agricoli nordafricani.

Sul posto sono intervenute alcune squadre dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia, pattuglie di carabinieri e polizia. Fortunatamente l'incendio non ha provocato feriti ma solo tanto spavento. Al lavoro i Vigili del fuoco anche per recuperare le numerose bombole di gas sparse nell'accampamento e che potevano scoppiare a causa delle fiamme delle alte temperature.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio nel “Ghetto di Rignano”: fiamme distruggono baraccopoli

FoggiaToday è in caricamento