menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Facebook

Foto da Facebook

Il giorno dopo l'incendio, la "Foggia che vogliamo" sceglie il bar Saint Honoré: "Molti clienti non nostri per un caffè"

Il giorno dopo l'atto incendiario. "Abbiamo subito il colpo, lo abbiamo percepito ma lavoriamo tranquillamente" ci dice al telefono uno dei due titolari del noto bar Saint Honoré.

La conta dei danni è in corso e sono ancora da quantificare, ma in via Martiri di via Fani dieci dipendenti e Antonio e Giuseppe Grasso, dalle prime luci dell'alba, nonostante l'atto incendiario di ieri sera, lavorano senza sosta. "Abbiamo subito il colpo, lo abbiamo percepito ma lavoriamo tranquillamente" ci dice al telefono uno dei due titolari del noto bar Saint Honoré.

Nel giro di poche ore si è passati dal grave episodio alla reazione che fa be sperare, quella dei foggiani, che questa mattina hanno mostrato la loro solidarietà e vicinanza a dipendenti e titolari semplicemente prendendo un caffè: "Sono venuti anche clienti non nostri, questa è la Foggia che vogliamo, non abbiamo tempo di pensare a loro (il riferimento è a chi ieri sera ha dato fuoco all'ingresso dell'attività)".

Il Natale è alle porte e in via Martiti di via Fani, si cerca di lasciarsi alle spalle l'accaduto: "Andiamo avanti"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di Giuseppe Sciarra, regista foggiano vittima di bullismo omofobico quando era bambino: "Per i miei coetanei me lo meritavo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento