Prima la bomba al cocktail-bar "Al Gatta", poi l'incendio dell'auto: non c'è pace per Natascia Galullo

Resta da capire se l'incendio auto sia una fatalità o un atto collegato in qualche modo con l'attentato dello scorso dicembre. Indagini in corso

Il cocktailbar "Al Gatta"

Non c'è pace per Natascia Galullo​, la titolare del cocktailbar "Al Gatta", in piazza Aldo Moro, a San Severo. Dopo il pensate atto dinamitardo subìto - la notte tra il 5 e 6 dicembre un potente ordigno fu fatto esplodere ai danni dell'attività - la scorsa notte, ignoti hanno incendiato la sua utilitaria.

Sull'accaduto sono in corso le indagini delle forze dell'ordine che, al momento, non escludono la natura dolosa dell'accaduto. Il cocktailbar, lo ricordiamo, riaprì al pubblico due mesi dopo l'attentato, che danneggiò gli esterni e gli arredi interni del locale, luogo di intrattenimento per molti giovani sanseveresi. Resta da capire se l'incendio auto subìto sia una fatalità o un atto collegato in qualche modo con l'attentato dello scorso dicembre. Indagini in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento