rotate-mobile
Cronaca Monte Sant'Angelo

"Chiudiamo questi delinquenti senza scrupoli in galera"

Il commento del sindaco Pierpaolo D'Arienzo dopo l'incendio dell'auto del responsabile del settore 'Affari Generali' avvenuto nei pressi del municipio a Monte Sant'Angelo

Pierpaolo D'Arienzo, sindaco di Monte Sant'Angelo, condanna l'incendio dell'autovettura del responsabile del settore Affari Generali del Comune di Monte Sant’Angelo, Domenico Rignanese, avvenuto in mattinata nei pressi del municipio: "Ieri l’ennesimo agguato di stampo mafioso ha macchiato di sangue la città di Vieste e oggi a Monte Sant’Angelo questo vile atto. Siamo stufi di questa delinquenza diffusa che inquina i nostri territori marchiandoli vergognosamente. Monte Sant’Angelo è la Città dei due Siti Unesco, è la città delle persone per bene!".

Sull’accaduto sta indagando la locale stazione dei Carabinieri. I militari stanno provvedendo in queste ore anche a fare perquisizioni a soggetti di interesse operativo.

Aggiunge il primo cittadino: "Qualcuno da giorni continua a gridare ‘prima gli italiani’, a chiudere porti, ma credo sia opportuno cominciare a gridare ‘prima le persone per bene!’ di qualsiasi nazionalità esse siano! Prima la legalità. E se proprio dobbiamo parlare di chiusure, chiudiamo questi delinquenti senza scrupoli in galera. Monte Sant’Angelo e il Gargano chiedono a gran voce al ministro Salvini di rafforzare quel lavoro serrato di controllo che, negli ultimi anni,forze dell’ordine e Prefettura hanno svolto nel nostro territorio".

Conclude D'Arienzo: "Esprimo la solidarietà mia e dell’intera Amministrazione al responsabile del settore e chiedo a gran voce che l’intera comunità si schieri in modo inequivocabile: uniti saremo sempre più forti di loro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiudiamo questi delinquenti senza scrupoli in galera"

FoggiaToday è in caricamento