rotate-mobile
Cronaca

Brucia l'auto di un medico legale Inps, lo sdegno dell'Ordine dei Medici: "Siamo il bersaglio preferito, ora basta!"

Il dottor Alfonso Mazza dopo l'incendio dell'autovettura di Benedetta Di Battista, che giovedì scorso presiedeva la commissione revisione invalidità civili a Foggia. "Evidentemente a qualcuno non sono piaciuti i provvedimenti della dottoressa"

“Il medico è diventato il bersaglio preferito per tutti. L’autorità giudiziaria individui e punisca l’autore del vile gesto intimidatorio”. Così il dottor Alfonso Mazza, Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Foggia, ed il Consiglio Direttivo dello stesso Ordine esprimono fervidi e sinceri sentimenti di vicinanza e solidarietà alla dottoressa Benedetta Di Battista, medico legale in servizio presso la Commissione I.N.P.S. di verifica delle condizioni di invalidità civile, a seguito dell’incendio doloso della propria autovettura parcheggiata nei pressi del Centro Medico Legale I.N.P.S. di Foggia, durante le ore di servizio, occorso qualche giorno fa.

“Un gravissimo episodio intimidatorio perpetrato ancora una volta contro un medico e, per di più, contro un rappresentante del Servizio Sanitario Nazionale nell’atto delle sue funzioni – ha dichiarato il presidente Mazza –  certamente premeditato e motivato dalla mancata accettazione dell’operato e dei provvedimenti medico-legali espressi dal sanitario!”

“Auspico che l’Autorità Giudiziaria individui e punisca tempestivamente l’autore del vile gesto che ha compiuto l’ennesimo atto di violenza gratuita contro un rappresentante della classe medica, diventata negli ultimi tempi il bersaglio facile sul quale sfogare ogni aspettativa delusa da parte dell’utenza.” 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un medico legale Inps, lo sdegno dell'Ordine dei Medici: "Siamo il bersaglio preferito, ora basta!"

FoggiaToday è in caricamento