Spiagge del Gargano più sicure: più vigili del fuoco, arrivano i presidi in acqua e di avvistamento degli incendi sulla costa

Rafforzato il contributo del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco per la difesa delle coste pugliesi nel periodo estivo

Foto di repertorio, incendio di Peschici nel 2007

Nell’ultima seduta di Giunta Regionale è stato approvato un provvedimento che va incontro alle aspettative dei turisti che affollano le nostre spiagge. Si tratta della convenzione fra la Regione e il Ministero dell’Interno – Corpo Nazionale Vigili del Fuoco –  per il potenziamento della difesa delle coste nel periodo estivo.

Già durante la stagione estiva 2016 per rafforzare le misure di difesa della costa, è stato realizzato, con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Foggia, il “Progetto Pilota per Attività di vigilanza e soccorso acquatico sulle spiagge libere e specchi d’acqua” nei Comuni di Vieste, Peschici, Rodi Garganico, Vico del Gargano, Ischitella e Isole Tremiti. Progetto che, avendo conseguito buoni risultati dal punto di vista della prevenzione incendi e del soccorso ai bagnanti e ai natanti, è stato ripetuto per la stagione balneare 2017.

Peraltro, per la stagione balneare 2019 è pervenuta la richiesta, da parte di vari comuni costieri, di costituire un presidio integrativo da parte del personale dei Vigili del Fuoco, con il compito di garantire il potenziamento delle attività di difesa costiera nel periodo 20 luglio.20 agosto.

Sicchè la Giunta Regionale – tenuto conto che la Sezione Protezione Civile della Regione ha manifestato la propria disponibilità ad assicurare l’espletamento del servizio di potenziamento della difesa costiera avvalendosi del supporto del Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile - ha deliberato un provvedimento più organico.

Sono state individuate tre macro aree su cui concentrare l’attenzione: il promontorio garganico, per la bellezza delle spiagge e la presenza del Parco Nazionale del Gargano; il territorio costiero di riferimento per l’altopiano meridionale della Murgia (Valle d’Itria), che si estende da Polignano a Mare fino a Brindisi;  il territorio costiero di riferimento per le Serre Salentine, che si estende, lungo la costa, da Porto Cesareo fino a Otranto.

Pertanto per l’espletamento del servizio, che sarà realizzato dal 20 luglio al 20 agosto, è stato stanziato un importo di € 114.000,00 onnicomprensivo. In tal modo sarà assicurato il rafforzamento delle misure di sicurezza nelle macro aree su descritte, prevedendo in ciascuna di esse un presidio acquatico integrativo di salvamento e avvistamento e prevenzione incendi da mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta di una misura importante, per la quale esprimo gratitudine al collega Assessore Piemontese e alla sua Struttura, destinata ad accrescere la sicurezza per i flussi turistici nella nostra regione" conclude l'assessore Mino Borraccino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento