Bruciano le 'Seicento' di padre e figlia incensurati: ci sono telecamere, indagano i carabinieri

Il rogo è avvenuto poco dopo le 4, quando le fiamme - quasi certamente di origine dolosa - hanno interessato la Seicento di una giovane donna e la seconda utilitaria, di proprietà del padre

Il luogo dell'accaduto

Doppio incendio auto, la scorsa notte, a Vieste, dove in via Giovanni XXIII sono andate a fuoco due Fiat Seicento, rispettivamente di proprietà di padre e figlia.

Il rogo è avvenuto poco dopo le 4, quando le fiamme - quasi certamente di origine dolosa - hanno interessato la Seicento di una giovane donna, classe 1990, incensurata del posto nonchè la seconda utilitaria, di proprietà del padre, anch'egli incensurato.

Il secondo mezzo era parcheggiato a una decina di metri di distanza. Sul posto, sono intervenuti i volontari della protezione civile 'Pegaso' di Vieste che hanno spento le fiamme e messo in sicurezza la zona. Sulla vicenda, sono in corso le indagini dei carabinieri, che hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento