VIDEO | Una vergogna made in Foggia risolta da 'Le Iene': solo ora i bambini possono andare a scuola

Nina Palmieri, l'inviata de 'Le Iene' a Foggia, interviene e fa ripartire lo scuolabus per i bambini rom del Campo Nomadi

I bimbi senza scuola

Ci son volute Le Iene al Comune di Foggia per far partire il servizio di scuolabus per i bambini rom del campo Arpinova che si trova a 15 km dalla città. Ieri, su Italia 1, il capoluogo dauno in primo piano in un servizio a cura della iena Nina per raccontare il disservizio che da anni si ripete a tutto svantaggio dei piccoli scolari: nessuno scuolabus li va a prendere ad inizio anno scolastico. Per loro, se tutto va bene, la scuola inizia con mesi di ritardo a causa dell’inerzia con cui l’assessorato ai Servizi sociali si è sempre occupato della questione. Ergo, niente istruzione. Nel 2018 e in una città che vorrebbe dirsi civile. 

La video puntata: clicca qui

Chiamate dal movimento Italia in Comune, animato dal consigliere comunale Vincenzo Rizzi e dall’indefesso Francesco Gentile che si sono sempre occupati della questione, le telecamere de le Iene hanno così documentato il calvario che ben 70 bambini hanno dovuto patire negli ultimi due mesi: in assenza di scuolabus  se proprio si vogliono requentare le lezioni, sveglia alle 6.00 del mattino ed almeno cinque km a piedi per provare a prendere un autobus dei pendolari che attraversa le strade di campagna foggiane.

In alternativa, tutto a piedi. Il che significa entrare con sistematicamente alla seconda ora. Con evidenti conseguenze: nessuna istruzione, nessuna integrazione, futuro scadente, maggiore ghettizzazione.  

Abbiamo scritto al passato poco prima, “hanno dovuto patire”, perché, raggiunti dalla iena Nina, sindaco Landella ed assessore Roberto hanno prima opposti i sempiterni problemi di bilancio, salvo, il giorno dopo, pubblicare il provvedimento di attivazione del servizio. Servivano le Iene, evidentemente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento